Super-Lig, da Drogba ad Hamsik: in Turchia solo i grandi “scarti”

drogba sneijder galatasaray
Drogba e Sneijder (Gettyimages)

La Turchia si riempie di “campioni” verso la fine della carriera: l’ultimo arrivato e Marek Hamsik, ma sono tanti i predecessori che hanno tentato la fortuna in Turchia senza trovare successo. 

Sono anni che la Turchia prova ad alzare il livello di gioco e di spettacolarità. Tuttavia, i risultati sono molto scarsi. Certo la Nazionale va a gonfie vele e nell’ultimo periodo è riuscita a togliersi qualche soddisfazione importante, ma il livello del campionato di massima categoria non è assolutamente paragonabile alle top 5 leghe d’Europa.

Non basta ai club riempire la rosa di grandi nomi o colpi di mercato utili a riscaldare la piazza. Nelle ultime stagioni tante squadre hanno prelevato dai grandi club calciatori di livello, senza che questi siano riusciti a lasciare il segno. L’ultimo che ci proverà sarà Marek Hamsik, il quale a marzo aveva firmato per il Goteborg con l’obiettivo di allenarsi per l’Europeo. Ora, l’ex capitano del Napoli si trasferisce al Trabzonspor e sarà il nuovo 17 della società di Trebisonda, già protagonista sul mercato con i colpi Gervinho e Bruno Peres. E in precedenza, anche Campioni d’Europa e grandissimi calciatori hanno tentato la fortuna in Anatolia, ma solo al termine della loro carriera, forse con la testa già altrove.

 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Trabzonspor (@trabzonspor)

Leggi anche >>> Il Barcellona si libera di sei big, da Pjanic a Coutinho: italiane alla finestra

Turchia, Hamsik solo l’ultimo: tutti i grandi campioni passati in Super-lig

van persie
Van Persie (GettyImages)

I maggiori club di Istanbul hanno provato in più di un’occasione a strappare calciatori verso la fine della loro carriera. La speranza era quella di rivedere sprazzi di grande calcio ad un livello certamente più basso di quello a cui erano abituati. Si pensi a Didier Drogba o Wesley Sneijder, entrambi compagni per una stagione al Galatasaray nel 2013-14. Il centravanti disputò appena un anno in Turchia, per poi rientrare in Premier League. Nel frattempo, Podolski raggiunse il centrocampista olandese. L’attaccante tedesco ha segnato 34 reti in 75 presenze, riuscendo a cancellare le brutte prestazioni offerte in Italia. Infine, dopo una parentesi in Giappone, Lukas è tornato in Super Lig al Antalyaspor, dove tutt’ora gioca. Anche Samuel Eto’o ha giocato per tre stagioni all’Antalyaspor, per poi passare al Konyaspor.

E ancora, Kuyt, Quaresma, Robin Van Persie, tanti giocatori che hanno avuto un passato (chi più e chi meno) glorioso tra i migliori campionati d’Europa e che anno tentato di replicare il loro successo anche in Turchia. E l’ultimo è Mesut Ozi, trasferitosi dall’Arsenal al Fenerbahçe a gennaio, ma scarsamente utilizzato.