Come sta Eriksen: condizioni, pareri dei medici e possibile ritorno in campo

eriksen diagnosi
Christian Eriksen, le condizioni dopo l'arresto cardiaco in Danimarca-Finlandia (GettyImages)

Come sta Christian Eriksen: le condizioni e il parere del suo ex cardiologo. Il centrocampista danese può tornare a giocare a calcio?

Tutta l’Europa si è svegliata con un solo pensiero: come sta Christian Eriksen? Il calciatore è stato colto da un malore improvviso durante Danimarca-Finlandia. Si è accasciato al 42′ sul terreno di gioco, privo di sensi, ed il cuore si è fermato per qualche minuto. Istanti che sono durati un’eternità per i presenti allo stadio, tra giocatori e staff sanitario, ma anche per i tifosi sugli spalti.

L’intervento dei medici è stato provvidenziale. Christian Eriksen si è “aggrappato alla vita” come ha detto uno di loro. Il massaggio cardiaco ha salvato la vita del centrocampista, che è stato portato immediatamente in un ospedale di Copenaghen, quando è ritornato a respirare. Quando è ritornato a vivere.

Il giocatore dell’Inter è cosciente, vigile e ha trascorso una notte tranquilla, ma resterà sotto osservazione dei medici che lo continueranno ad assistere nelle prossime ore. Intanto, il suo futuro da calciatore è in forte dubbio. Il cardiologo che visitava Eriksen quando giocava al Tottenham ed un cardiologo del Sacro Cuore di Negrar di Valpolicella sono dello stesso parere.

Leggi anche >>>  Evento storico in Svizzera-Galles: primo gol annullato dal Var nella storia degli Europei

Christian Eriksen, le condizioni secondo i medici

erisken malore danimarca-finlandia
Soccorso ad Eriksen (GettyImages)

Sanjay Sharma – professore di cardiologia al St George’s University di Londra – ha avuto modo di visitare Eriksen ogni anno dal 2013 al 2020, controllando e assicurandosi delle condizioni del giocatore. “Non ci sono mai state anomalie cardiache nei test effettuati a Christian. Ora bisognerà capire che cos’è successo ed il motivo per il quale ha avuto un arresto cardiaco“. Alla domanda sul possibile ritorno in campo, il cardiologo non usa mezzi termini: “Non so se torni a giocare a calcio. Sarò diretto: è morto, anche se per pochi istanti, ma comunque il suo cuore ha smesso di battere. Un medico gli darà il permesso di rischiare nuovamente? La risposta è no“.

Inoltre, Sharma aggiunge che nel Regno Unito, dopo un problema cardiaco così grave, è difficile poter ritornare a giocare ad alti livelli: “In Gran Bretagna non giocherà. Saremo molto severi a riguardo“. Anche in Italia, il discorso è molto simile. Infatti, il cardiologo Giulio Molon intervistato da Sky Sport ha dichiarato: “E’ difficile dire se Eriksen possa tornare in campo se ha avuto un’aritmia ventricolare importante: in queste condizioni, in Italia non avrà l’idoneità sportiva per giocare“.

 

Dunque, la carriera calcistica sembra esser giunta al termine. Ma Christian vivrà una seconda vita, a tutti gli effetti. Il calciatore danese ora sta meglio e sarà monitorato costantemente nelle prossime ore per capire cosa sia successo durante Danimarca-Finlandia. Intanto, il suo Euro 2020 è già concluso. Continueranno, invece, i compagni della Nazionale, ma quest’oggi non si alleneranno. Lo staff tecnico ha deciso di annullare la seduta e la conferenza stampa. Tutto il gruppo squadra è ancora sotto shock per quanto avvenuto alla stella della formazione.