Torino, se Sirigu va via pronta la carta Strakosha per Juric

Strakosha
Strakosha (GettyImages)

A Torino Juric tra Sirigu e Strakosha. Il tecnico ha chiesto garanzie in caso di addio dell’attuale numero uno granata.

Ivan Juric, neo tecnico del Torino sta provando a gettare le basi per quello che sarà il nuovo Torino. Al momento tutto sembra essere ancora poco chiaro con alcune situazioni legate a determinati calciatori non del tutto limpide. C’è il caso Belotti ad esempio, con il gallo attualmente agli Europei con l’Italia, ancora in certo di quello che sarà il suo futuro. Juric parte quindi dalla porta con il nome di Strakosha nel caso in cui dovesse partire Sirigu.

Anche lui impegnato nella spedizione azzurra gli Europei, Sirigu potrebbe a sorpresa lasciare Torino, nelle ultime ore infatti hanno preso a girare alcune voci in questo senso. In caso fossero confermate tali indicazioni si andrebbe verso la scelta di un nuovo portiere. Si andrebbe verso un nome d’esperienza da affiancare al fresco di rinnovo Milinkovic Savic oppure verso un nome completamente diverso che potrebbe essere proprio Strakosha.

Leggi anche >>> Torino: tutte le ambizioni di Cairo passano per Belotti, forse

Leggi anche >>> Ivan Juric è il nuovo allenatore del Torino: contratto triennale

Torino, se Sirigu va via pronta la carta Strakosha per Juric: il tecnico studia tutte le mosse

Sirigu
Sirigu (GettyImages)

Ivan Juric sembra avere le idee chiare rispetto a quel che sarà il suo Torino, anche se al momento non può ancora sapere quanti e quali calciatori resteranno in rosa, considerando la squadra dello scorso anno. Il dubbio Sirigu da sostituire eventualmente con Strakosha è solo uno dei nodi da risolvere nel mercato che presto prenderà il via. C’è da capire su chi poter contare ed in che modo. Solo cosi il Torino potrà avere una squadra vera e competitiva.

Cairo dopo la delusione Giampaolo ed il rischio retrocessione evitato da Nicola in panchina, poi non confermato, ha affidato a Juric, ex Verona, il compito di dare una identità precisa al suo Torino. La squadra da un paio d’anni sembra non avere ne testa ne coda, nulla di preciso nulla di delineato e certo. Juric parte della porta, dai pali, sperando forse che possa restare Sirigu, in caso contrario la sua richiesta è precisa, Strakosha, si ripartirebbe da li.