Entra De Bruyne e il Belgio ribalta la Danimarca: “Da Pallone d’Oro”

Kevin De Bruyne Pallone d'Oro
Kevin De Bruyne esulta dopo il gol in Danimarca-Belgio (fonte foto GettyImages)

Con un assist e un gol, Kevin De Bruyne ha trascinato il Belgio alla vittoria in rimonta con i Danimarca: per i social è già da Pallone d’Oro.

46esimo debutta a Euro 2020 dopo la frattura al setto nasale e all’orbita. 55simo assist per il gol di Hazard che riporta il Belgio in parità contro la Danimarca. 70esimo gol decisivo per il 2-1 che regala il pass per gli ottavi ai Diavoli Rossi. Questa la sintesi estrema della gara di Kevin De Bruyne contro la squadra danese. Nel mezzo tantissime giocate di qualità, numeri incredibili, magie degne di uno dei giocatori più forti al mondo. O forse del più forte.

A diverse settimane dalla fine degli Europei, sui social in molti stanno già chiedendo a gran voce il Pallone d’Oro per il calciatore del Manchester City. A suo sfavore gioca la sconfitta in finale di Champions con il Chelsea, giustificata dal suo infortunio. Ma dovesse riuscire a trascinare il Belgio almeno a Wembley, diventerebbe a tutti gli effetti un candidato serissimo alla vittoria del premio individuale più ambito nel mondo del calcio. Mbappè permettendo…

Leggi anche -> Danimarca-Belgio, omaggio a Eriksen: immagini da brividi al decimo minuto – Video

Pallone d’oro: gli altri candidati

Mbappè Pallone d'Oro Francia
Kylian Mbappe con la maglia della Francia (fonte foto GettyImages)

Il rivale numero uno sulla carta per la corsa al Pallone d’Oro di Kevin De Bruyne quest’anno ha un nome e un cognome: Kylian Mbappé. Il fenomeno francese potrebbe ambire realisticamente al successo, soprattutto se dovesse riuscire a trascinare la Francia alla vittoria di Euro 2020. Cosa non impossibile, peraltro, vista la mole di campioni che compongono la rosa della Nazionale transalpina. A suo sfavore si pone però una Champions con molte luci ma anche parecchie ombre, e interrotta con un po’ d’anticipo.

Difficile non inserire nella lista dei candidati al Pallone d’Oro i dominatori delle ultime edizioni (se si esclude quella 2020, che peraltro è saltata causa Covid, ma che difficilmente li avrebbe visti protagonisti): Lionel Messi e Cristiano Ronaldo. L’argentino è reduce da una stagione molto deludente a Barcellona, e difficilmente potrebbe riprendersi con un trionfo in Coppa America. Discorso simile per CR7, anche se un eventuale bis europeo del Portogallo gli farebbe guadagnare parecchi punti.

Qualche chance se la potrebbe giocare un compagno di De Bruyne in Nazionale, Romelu Lukaku, devastante fin qui sia nella competizione europea che nel campionato italiano. Ma la Champions sua e dell’Inter è stata talmente mediocre da non dargli reali possibilità di vittoria, salvo ribaltoni. Occhio poi ai fenomeni inglesi, su tutti Phil Foden, che però potrebbe essere troppo acerbo per vincere già in questo momento.

Potrebbe interessarti -> “Accordo con il Real Madrid”: annuncio Mbappè in Francia

Anche per lui molto dipenderà dagli Europei. Ma un nome a sorpresa potrebbe arrivare da un’altra grande Nazionale europea: Kai Havertz. Vero che ha iniziato il suo Euro 2020 con una sconfitta, ma è anche vero che l’attaccante del Chelsea è il match winner dell’ultima finale di Champions: quel gol ha un peso, e la giuria di certo non potrà non considerarlo.