Goran Pandev saluta la Nazionale: i segreti del più grande calciatore macedone di sempre

Goran Pandev ritiro Macedonia
Goran Pandev (fonte foto GettyImages)

Goran Pandev con la partita tra Macedonia del Nord e Olanda saluta la Nazionale dopo vent’anni: moglie e segreti del campione ex Inter.

Goran Pandev è stato e probabilmente sarà ancora a lungo il più grande calciatore macedone di tutti i tempi. Conosciuto, specialmente nei primi tempi, per i capelli, con una stempiatura che lo ha contraddistinto fin da ragazzo, per poi diventare mano a mano un sgno distintivo, con il tempo si è fatto apprezzare, o meglio amare, soprattutto per le sue qualità tecniche.

Calciatore idolatrato da tantissime tifoserie italiane, viste le sue esperienze alla Lazio, all’Inter (è stato uno degli eroi del Triplete), al Napoli e al Genoa, è diventato anche cittadino del nostro Paese dal 2019. Se da noi è stato un grande campione, per la Macedonia del Nord è stato qualcosa di più, una leggenda, un fenomeno assoluto, capace di mettere a segno con la maglia rossa 38 reti in oltre 120 presenze. Numeri importantissimi considerando che non si tratta di una Nazione dalla tradizione straordinaria nel mondo del calcio.

Leggi anche -> Euro 2020, infinito Pandev: due record incredibili contro l’Austria

Goran Pandev, ritiro dalla Nazionale: moglie e figli del campione

Pandev festeggiato Macedonia
Pandev festeggiato dai compagni di squadra macedoni (fonte foto GettyImages)

Goran è stato in grado di trascinare la Macedonia del Nord per la prima volta nella fase finale di una competizione internazionale, andando anche a segno al debutto. Un record straordinario che lo ha portato all’annuncio del ritiro. A 38 anni più di questo non può effettivamente fare.

Calciatore formidabile, Pandev è sposato dal 2009 con Nadica Adzi Skerleva. Uomo di grandissima serietà, Goran ha saputo conquistare il cuore della bella connazionale nelal città nativa di entrambi, Strumica, un comune di quasi 80mila abitanti che ha fatto da cornice alla loro grande storia d’amore. Dalla loro unione è nato il 23 aprile 2010 il suo primo figlio, Filippo, nome storico d’importanza straordinaria in Macedonia, proprio il giorno dopo alla storica vittoria con l’Inter contro il Barcellona in Champions.

Potrebbe interessarti -> Chi è Marco Rossi, l’allenatore dell’Ungheria con un passato da top player (in Fifa 97)

Al primogenito fanno seguito nel corso degli anni altri due figli, o meglio, due figlie: Ana e Sofia. Personaggio straordinario, probabilmente dopo Euro 2020 potrebbe riflettere anche sul proprio futuro. L’ipotesi di un ritiro anche dal mondo del calcio non è da escludere. Quel che è certo è che Goran è un campione che rimarrà per sempre nel cuore di tutti i tifosi, non solo per quelli macedoni, avendo saputo integrarsi perfettamente con ogni tifoseria, diventando un idolo tanto all’Inter quanto a Napoli e a Genova, dove potrebbe tra l’altro anche rimanere a vivere.