Inter, tutti i dubbi su Eriksen: Calhanoglu la prima mossa

Calhanoglu inter
Calhanoglu con la maglia della Turchia (GettyImages)

L’Inter batte un colpo: Calhanoglu è a un passo dopo i dubbi legati all’idoneità di Eriksen. Cosa sta accadendo?

Eriksen è il pensiero principale in casa Inter. Il danese dopo il terrore dovuto alla caduta e al problema cardiaco ad Euro 2020, sembra intenzionato a sfidare tutti e tutto pur di tornare a calcare i campi di gioco. Un’idea lecita per un campione che vive di calcio. Una strada però che si scontrerà con le normative, che impongono controlli strettissimi a chi ha subito questo tipo di problema. Lecito verrebbe da dire, perché il brutto tonfo del calciatore e quei minuti di paura hanno riportato finalmente la sicurezza al centro del dibattito nel sistema calcio.

Sembra difficile, almeno al momento, che il danese possa nell’immediato ottenere il via libera. Almeno in Italia, perché il caso Blind insegna che c’è speranza. Proprio il calciatore olandese ha in più occasioni ribadito che la parola “stop” non deve appartenere ad atleti che hanno vissuto traumi del genere. Ci sarebbe una remota possibilità quindi. Forse non in Italia, e di sicuro non nell’immediato. Ecco perché l’Inter ha virato su Calhanoglu, che potrebbe però avere un ruolo diverso rispetto al danese.

Leggi anche: Calhanoglu all’Inter, ancora un talento dalla Turchia: come andarono gli altri

Inter, Calhanoglu al posto di Eriksen: non è proprio così

Calhanoglu Inter
Calhanoglu, dal Milan all’Inter (GettyImages)

L’impasse nel caso Eriksen ha spinto l’Inter a tutelarsi. L’atteggiamento del club fino ad ora è stato corretto e attendista. C’è bisogno di capire quali siano gli sviluppi della situazione e soprattutto la volontà del calciatore, che in questa fase attende con ansia novità. Intanto però la campagna di rafforzamento va avanti e Marotta non vuole e non può farsi trovare impreparato.

Il danese è infatti un calciatore che rende meglio da trequartista puro, mentre il tecnico dell’Inter ha praticamente scelto di ricalcare il 3-5-2 atipico con cui giocava la sua Lazio. Ecco perché Calhanoglu è più adatto per il suo pensiero di calcio e non sarebbe il sostituto naturale di Eriksen. il turco è infatti in grado di giocare anche da centrocampista puro con propensione offensiva, ed è l’elemento che maggiormente somiglia per caratteristiche a Luis Alberto. Chiuso il primo affare quindi, che è in dirittura d’arrivo, ci sarebbe tutto il tempo per attendere sviluppi sulla vicenda di un calciatore che farà di tutto per tornare ad indossare la casacca dell’Inter.