Barcellona, non è Football Manager: Depay e Aguero sono un caso

aguero barcellona messi depay
Aguero, attaccante del Barcellona (Getty Images)

Il Barcellona alle prese con problemi finanziari: sembra la scena del famoso gioco, ma per Depay e Aguero i problemi sono reali. E Messi…

No, non è un gioco. Non è come quando i milioni e milioni di appassionati di Football Manager chiudono con rabbia la sessione di gioco per un colpo di mercato fallito. Succede spesso infatti al più famoso gioco di calcio manageriale del mondo, che una trattativa fatta si trasformi in un incubo a causa di problemi alle casse del club. É quanto sta accadendo al Barcellona, che ha scelto di lanciarsi sui calciatori svincolati per alleggerire le spese in un mercato delicato.

Gli innesti di Depay e Aguero, sbandierati dal Barcellona, sembrano però essere al centro di alcuni problemi. Il tutto è legato ad ingaggi faraonici, e alla contemporanea ed estenuante trattativa per il rinnovo di Messi. Risparmiare sugli accordi con gli altri club sembra una scelta azzeccata dal club, che però con ha fatto i conti con un monte ingaggi forse senza precedenti. E con problemi che rischiano di condizionare la nuova esperienza di Laporta in blaugrana.

Leggi anche: Sergio Ramos, visite mediche programmate: dove giocherà l’ex Real

Barcellona, problemi per Aguero e Depay: Messi intanto incassa “la proposta indecente”

Depay
Memphis Depay, rinforzo di lusso insieme ad Aguero per il Barcellona (getty images)

Dalla Spagna arrivano notizie allarmanti per i blaugrana. Pare infatti che Laporta abbia raccolto una situazione debitoria disastrosa dopo la gestione Bartomeu. Numeri senza precedenti per un club che ha fretta di chiudere il rinnovo con Messi proprio nel momento decisivo del mercato, e con il Psg pronto a sborsare cifre astronomiche. Gli innesti di Aguero e Depay hanno riportato un clima disteso attorno al Barca, che però incassa notizie poco edificanti. Pare infatti che dopo aver fatto i conti per la gestione della stagione alle porte, il club abbia provato a chiedere un consistente prestito per evitare il crack.

Il monte ingaggi supera i 350 milioni di euro, e dovrebbe scendere almeno a 160. Ecco perché sostenere il ritorno di Emerson Royal, e gli ingaggi di Depay, Aguero ed Eric Garcia, diventa quasi un’impresa per il Barcellona. Servono sacrifici, perché l’obiettivo è chiudere il rinnovo con Messi che è un altro salasso non da poco. Ecco quindi che per sostenere gli innesti e la permanenza della Pulga, c’è una lista di sacrifici da effettuare sul mercato. L’alternativa sarebbe rinunciare ai nomi in arrivo. E sarebbe un autogol clamoroso. La lista dei partenti diventa di fatto “dorata”. Da Dembelé a Pjanic, passando anche per l’eventualità di lasciar partire Griezmann. E poi Neto, Lenglet, Umtiti, mentre Junior Firpo ha già cambiato casacca. Un mercato alla Football Manager, ma questa è realtà. E Laporta non può spegnere il gioco. Deve immediatamente trovare una soluzione.