Taglialatela nei guai: “Batman” lo porta in tribunale

taglialatela batman
Pino Taglialatela, per i tifosi Batman, ai tempi del Napoli (Getty Images)

Pino Taglialatela, idolo dei tifosi del Napoli, finisce nei guai: colpa di Batman, quel vecchio soprannome a cui è molto legato.

Batman attacca Pino Taglialatela. No, non è un nuovo episodio disegnato e scritto dalla Dc Comics. É un modo per raccontare quanto sta accadendo all’ex numero 1 del Napoli, idolo del popolo partenopeo. Fra i pali era difficile superarlo, e diventò ben presto beniamino della tifoseria per le sue parate plastiche e lo spettacolo che regalava al pubblico con i suoi interventi.

Dopo una carriera da più di 300 presenze fra i professionisti, di cui molte in Serie A fra Napoli e Fiorentina, l’estremo difensore ha detto addio al calcio giocato, ma è rimasto per tutti “Batman”. Il portiere in grado di parare anche l’impossibile. Quel soprannome l’estremo difensore di Ischia se lo è portato dietro anche dopo aver appeso gli scarpini al chiodo. Così tanto da renderlo un marchio quasi suo, e da pensare a registrare “Bat Pino”. Proprio il suo supereroe preferito però potrebbe trasformarsi in “nemico”. E non è un racconto illustrato, ma la verità.

Leggi anche: Inter, flop clamoroso: il pupillo di Conte sul mercato

Taglialatela vuole ancora essere Batman: interviene la Dc Comics

taglialatela
Pino Taglialatela, Batman “attacca” anche lui (Getty Images)

Pino Taglialatela era ed è per tutti Batman. Un soprannome al quale il portiere è legatissimo. Così tanto da avere le maglie con il logo del supereroe. Non quello vero, ma una rivisitazione che il numero uno ha portato addosso dal campo fino ai profili social. Lo stemma è simile, e richiama indubbiamente quello dell’uomo pipistrello, ma non è identico a quello registrato che è ormai icona fra gli amanti dei fumetti e dei film.

Eppure la Dc Comics ha fatto causa al portiere. “Il mio eroe si è scagliato contro di me – ha dichiarato Taglialatela – e mi hanno chiesto di rimuovere il logo nonostante non sia identico a quello di Batman. Stiamo lottando perché sono legato al mio soprannome tanto da voler registrare Bat Pino. Non so come siano arrivati a me, ma non abbiamo mai fatto merchandising. Io vorrei tenere questo marchio, perché è legato alla mia carriera e non è giusto rinunciare a ciò che è stato”. Bat Pino contro Batman? Chi vincerà?