Scelta di cuore per Podolski: firma con il Gornik per mantenere una promessa

Lukas Podolski è un nuovo giocatore del Gornik, piccola squadra polacca: il calciatore ha mantenuto una promessa speciale.

Lukas Podolski Vissel
Lukas Podolski (fonte foto GettyImages)

Un campione del mondo ha firmato per il Gornik Zabrze. Stiamo parlando di Lukas Podolski. L’attaccante tedesco, 36 anni appena compiuti, riparte dalla Polonia, e per un motivo molto importante: mantenere una doppia promessa fatta a due persone molto speciali.

Una scelta di cuore quella dell’ex Arsenal, che negli ultimi anni aveva giocato in Giappone, al Vissel Kobe, e in Turchia, all’Antalyaspor. Lukas, che sarà il primo calciatore campione nel mondo a giocare nel campionato polacco, tornerà a casa. Il Gornik è infatti la squadra per cui faceva il tifo da bambino.

Tedesco di origini polacche, il campione aveva più di un motivo per accettare la sua nuova destinazione, rinunciando anche a un contratto ben più ricco che gli avrebbero assicurato in Messico. Doveva infatti mantenere una promessa fatta a due persone molto speciali e importanti per lui: un suo amico, Krysztof Maji, morto a soli 39 anni per un infarto, e soprattutto l’amata nonna, scomparsa nel 2019.

Leggi anche -> Toni Kroos, decisione a sorpresa: era a 7 passi dalla leggenda

Podolski al Gornik: il cuore d’oro del campione del mondo

Lukas Podolski Germania
Lukas Podolski con la maglia della Germania (fonte foto GettyImages)

Lukas, che ha giocato in carriera in tantissimi paesi, compresa l’Italia (nel 2015 giocò sei mesi all’Inter con 18 presenze e un solo gol), chiuderà così lì dove il suo cuore ha sempre battuto in maniera molto speciale.

L’ennesima dimostrazione di grande classe anche fuori dal campo da parte di un calciatore tra i più amati nella storia della Germania, soprattutto per il suo comportamento. Attentissimo anche nel sociale, solo pochi mesi fa aveva venduto 100mila biglietti virtuali della squadra di hockey sul ghiacchio Haien per potergli assicurare un sostegno economico.

Potrebbe interessarti -> Super-Lig, da Drogba ad Hamsik: in Turchia solo i grandi “scarti”

Adesso, però, inizia per lui una nuova vita. Dopo aver rinunciato a un biennale da 2 milioni di euro all’anno dal Queretaro in Messico, oltre ad altri intererssamenti da Qatar, Stati Uniti e India, ha accettato una proposta da meno di un milione a stagione da parte della sua squadra del cuore. Il modo migliore per chiudere la sua carriera, come dichiarato dallo stesso calciatore nel corso della sua presentazione ufficiale: “Voglio lasciare un’impronta, voglio che la gente qui dica che sono un bravo ragazzo, in campo e fuori. Tutti i membri della mia famiglia tifano per questo club, voglio dare tutto“.