Buffon poteva finire in una big di A: la confessione

Gigi Buffon ha svelato di essere stato vicino a una squadra di Serie A nella scorsa stagione: le parole del portiere.

Gigi Buffon Italia
Gigi Buffon con lamaglia dell’Italia (fonte foto GettyImages)

Vedere Gigi Buffon in Italia con una maglia diversa da quella di Parma e Juventus? Lo scorso anno sarebbe stato possibile. Lo ha svelato lo stesso super portierone in un’intervista alla Gazzetta dello Sport, raccontando un aneddoto rimasto nascosto per tantissimi mesi.

A quanto pare il numero uno del Parma era stato molto vicino all’approdo in una grande squadra di Serie A, una delle big in grande ascesa del nostro calcio, che forse, con la sua guida, avrebbe anche potuto ambire nella scorsa stagione a un clamoroso e storico trionfo in campionato.

Tuttavia le cose sono andate diversamente. Gigi ha preferito chiudere romanticamente la sua avventura lunghissima alla Juventus, terminata con una vittoria in Coppa Italia e Supercoppa italiana e un quarto posto agguantato solo all’ultima giornata, ma senza alcun vero acuto in Champions League. Un rammarico che si porterà dietro per il resto della carriera.

Leggi anche -> Le ambizioni del Parma crescono: Buffon “chiama” Tutino

Gigi Buffon all’Atalanta? La confessione del portiere

Gian Piero Gasperini
Gian Piero Gasperini (fonte foto GettyImages)

Gigi Buffon all’Atalanta? Un sogno per molti tifosi bergamaschi. Una realtà secondo il portierone campione del mondo, stando a quanto svelato in un’intervista alla Gazzetta. Il neo portiere del Parma nella scorsa stagione sarebbe stato davvero a un passo dalla squadra orobica.

Il numero uno aveva anche già parlato con il suo possibile nuovo tecnico, Gian Piero Gasperini, ma quando tutto sembrava fatto lo stesso estremo difensore avrebbe scelto di fare un passo indietro. Racconta Gigi: “Sarebbe stata una bella esperienza, in un ambiente sano, di quelli che piacciono a me, con un allenatore che mi fa impazzire, nella sua folle genialità“.

Potrebbe interessarti -> Gigi Buffon rabbraccia Parma e ad aspettarlo c’è un uomo per lui speciale

Tutto giusto, tutto corretto, tutto straordinariamente stimolante. Eppure, è arrivato un passo indietro motivato da una scelta importante, in cui hanno avuto un peso non indifferente temi come l’amicizia e il rispetto: “Era appena arrivato Pirlo. Ci siamo ritrovati tutti insieme a discuterne, e mi ha detto ‘pensavo di poter contare su di te’“. Così Buffon ha scelto di restare per aiutare il suo amico, convinto che nella vita, specialmente arrivati a una certa età, sia più importante essere persone corrette e affidabili che guardare esclusivamente il proprio tornaconto personale.