Mourinho, la confessione inaspettata: “È il mio incubo”

José Mourinho ha svelato alcuni segreti in un’intervsita al canale YouTube della Roma: dall’incubo Fortnite ai gusti musicali.

Jose Mourinho
Jose Mourinho (fonte foto GettyImages)

Tutti i segreti di José Mourinho svelati in una nuova intervista dello Special One al canale YouTube della Roma. L’allenatore portoghese ha confessato i suoi gusti per il cibo, per la musica, per le cose belle della vita. Ma nell’occasione ha anche svelato il suo più grande incubo. Di cosa si tratta? Sembra incredibile, ma a togliere il sonno al tecnico lusitano è un videogioco!

Non uno qualunque, tra l’altro, bensì il più popolare degli ultimi anni: Fortnite. Un gioco talmente immersivo da aver conquistato tutti, dai ragazzi più giovani ai calciatori. Ed è proprio questo il problema. Molti giocatori sono talmente appassionati a questo gioco da passare ore e ore intere davanti allo schermo, anche durante la notte, spesso a prescindere dagli impegni del giorno successivo.

Per questo Mourinho ha sbottato in questa intervista, magari anche per lanciare un messaggio ai suoi nuovi giocatori alla Roma: “Fortnite è un incubo. I calciatori stanno svegli tutta la notte a giocare a questa stron*ata, e il giorno dopo magari c’è la partita“.

Leggi anche -> José Mourinho ha una figlia, ma non tutti sanno chi è la famosa influencer: strepitosa!

Mourinho si racconta, tra Fortinte e Springsteen

Bruce Springsteen chitarra
Bruce Springsteen (fonte foto GettyImages)

Se Fortnite per Mourinho è un incubo, ci sono tante cose nella vita che ancora lo appassionano. Come la musica della sua adolescenza. Per quanto riguarda il suo genere e i suoi artisti preferiti, lo Special One ha pochi dubbi: “Sono nato nel 1963, ero giovane negli anni Ottanta e Novanta, tutto ciò che è di Bryan Adams, Bruce Springsteen e di tutta quella generazione è la mia musica“.

Per quanto riguarda la cucina, invece, le preferenze sono tutte per quella italiana. Anche quando viveva Londra, confessa il tecnico portoghese, i suoi ristoranti preferiti erano quelli italiani. Ma quali sono i piatti che preferisce? Difficile scegliere. Piccata al limone, ravioli al pomodoro, e tanti altri ancora.

Potrebbe interessarti -> Mourinho si presenta alla Roma e cancella l’Inter: che stoccate

Insomma, per quanto riguarda la vita e il cibo, José si è totalmente ambientato all’Italia fin dalla sua prima avventura all’Inter. Anche se c’è una sola terra che può chiamare casa, nonostante si senta un cittadino del mondo a tutti gli effetti. Ed è ovviamente il suo Portogallo, o meglio la città di Setubal, sempre nel suo cuore.