Calciomercato Napoli, sfida al Torino: il nuovo obiettivo di Giuntoli

Calciomercato Napoli: Torino e partenopei si danno battaglia per un giocatore, il centrocampista viene assediato da i due club.

Calciomercato Napoli, Cristiano Giuntoli in campo con la mascherina
Cristiano Giuntoli (GettyImages)

Con il mercato in dirittura di arrivo, la dirigenza del Napoli cerca di sistemare la rosa al meglio per Luciano Spalletti. Adesso ai partenopei serve un centrocampista centrale. Il giocatore nel mirino degli azzurri stavolta viene dalla Serie A, anche il Torino è interessato a lui, c’è aria di battaglia per aggiudicarsi il cartellino del calciatore. Scopriamo di seguito di chi si tratta

Calciomercato Napoli, l’obiettivo degli azzurri

Sofyan Amrabat in campo con la Fiorentina
Sofyan Amrabat (GettyImages)

Il presidente Aurelio De Laurentiis insieme a Giuntoli hanno iniziato a valutare il centrocampista della Fiorentina Sofyan Amrabat, il classe 96 non è più utile alla causa di Italiano, il nuovo allenatore della viola. A questo proposito l’interesse della società azzurra sul giocatore 24enne si è intensificato ed ora provano a portarlo a Napoli. La Fiorentina è quindi disposta a cederlo in prestito o anche a titolo definitivo, ed i partenopei potrebbero prendere al balzo questa occasione.

Tra il Napoli e la viola però, c’è di mezzo un’altra squadra. Si tratta del Torino, il nuovo tecnico granata Juric è già stato l’allenatore del centrocampista e c’è un’enorme stima tra i due. Al marocchino inoltre piacerebbe essere allenato nuovamente dal tecnico croato. Questo aspetto aumenta le possibilità del toro di poter competere con una big e concludere per il giocatore.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Zielinski, l’anno della sua maturazione? Napoli sogna (VIDEO)

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Insigne, faccia a faccia per il suo futuro: la decisione del capitano del Napoli

Le caratteristiche tecniche di Sofyan Amrabat

Il centrocampista viola è un giocatore forte fisicamente, abile nel recupero palla, è molto rapido con un ottimo tempismo e dinamismo, senza contare la sua bravura nei contrasti, che lo rende un vero incubo per la squadra avversaria. Il marocchino inoltre è in possesso di una buona visione di gioco e di un buon gioco aereo, è in grado di cavarsela anche negli scambi stretti. Ma la sua dote più significativa è senz’ombra di dubbio la resistenza, può correre per tutti i 90 minuti della partita, dando sempre il massimo, il suo ex allenatore Juric ha sempre elogiato questa caratteristica.