Juve, saluto “ironico” a Ronaldo: ma è mistero social – FOTO

Gli errori nel messaggio d’addio di Ronaldo ai tifosi bianconeri hanno scatenato l’ironia del popolo juventino ma non solo…

Cristiano Ronaldo, il nuovo acquisto del Manchester United
Cristiano Ronaldo – GettyImages

Una storia durata oltre 3 anni quella di Ronaldo alla Juventus, vissuta da protagonista nel segno di 134 presenze e 101 gol. Come ha ricordato lui stesso nel suo messaggio di addio alla Juve: “Ora fai parte della mia storia, come sento di essere parte della tua.”

Leggi anche »» Dopo Ronaldo tocca a Haaland? Testa a testa per il bomber norvegese

Ma ciò che ha fatto più discutere dell’ultimo saluto di CR7 ai tifosi bianconeri non sono state le belle parole spese dal bomber portoghese sulla sua esperienza a Torino. Piuttosto gli errori grammaticali ravvisabili al termine del suo video d’addio. In particolare quel “Grazzie a tutti, grazzie Juventus”, ha scatenato nelle ultime ore l’ironia dei tifosi di tutt’Italia e, in particolare, di quelli juventini.

Leggi anche »» Ronaldo a Manchester: offerta ufficiale, cifra e dettagli

Un risultato pronosticabile, o almeno pronosticabile per conto di un piccolo gruppo disgregato di tifosi. Ciò che, invece, non era prevedibile in alcun modo è che a questa irrisione di massa partecipasse anche il profilo ufficiale della Juventus, che solo qualche ora fa ha postato una storia (poi rimossa) su Instagram, in cui volutamente si prende gioco del suo ex numero 7 scrivendo “biannconeri”, al posto di “bianconeri”.

La storia messa sul profilo ufficiale della Juventus per prendere in giro Ronaldo
Storia della Juventus – screenshot da Instagram

Addio Ronaldo, la reazione dei tifosi al saluto ironico della Juve

Tifosi juventini con un poster di Ronaldo
Tifosi juventini allo stadio – GettyImages

Ovviamente il gesto della Juve non è passato inosservato sui social.

Se, da una parte, in molti hanno apprezzato l’ironia della società bianconera

Dall’altra, qualcuno crede che a Torino più che essere ironici, siano rimasti scottati dalla decisione presa da Ronaldo all’ultimo minuto.

 Mattia Maccarone