Svizzera, calciatore no-vax positivo al Covid: salta il match con l’Italia

Un importante calciatore della Svizzera, di idee no-vax, è risultato positivo al Covid e salterà la gara contro l’Italia.

Svizzera Nazionale
La Nazionale della Svizzera (fonte foto GettyImages)

Brutte notizie per la Svizzera. La Nazionale elvetica, impegnata nelle qualificazioni ai Mondiali 2022 nel girone dei campioni d’Europa, ha perso un pezzo importantissimo. Il capitano della formazione guidata da Yakin è risultato infatti positivo al Covid. Uno stop improvviso ma non del tutto imprevisto: era infatti l’unico calciatore della rosa ad avere idee no-vax e ad aver rifiutato il vaccino.

Di chi si tratta? Dell’ex obiettivo della Roma Granit Xhaka. Il calciatore dell’Arsenal è risultato positivo al Covid nella giornata di ieri. Attualmente è in isolamento dopo aver saltato già il match contro la Grecia, e sarà certamente fuori anche contro l’Italia nella sfid in programma domenica.

Leggi anche -> Auto, moglie, passioni: tutto su Granit Xhaka, lo svizzero che piace a Mourinho

A far alimentare la polemica nel mondo del calcio in generale, ma soprattutto in Svizzera, non è tanto la sua assenza, che sarà certamente pesante per la Nazionale elvetica che vuole provare con tutte le forze a raggiungere i prossimi Mondiali in Qatar. Quello che a molti non è andato giù è il fatto che abbia deciso di non vaccinarsi, unico giocatore svizzero a optare per questa decisione, mettendo maggiormente a rischio anche gli altri.

Xhaka positivo al Covid: non si è vaccinato

Granit Xhaka
Granit Xhaka (fonte foto GettyImages)

A parlare della positività di Xhaka al Covid è stato il portavoce della Nazionale, Adrian Arnold, alla Rsi, la televisione Svizzera. “Granit è un giocatore non vaccinato“, ha affermato, spiegando che la Nazionale elvetica ha deciso di lasciare libera scelta ai propri giocatori per quanto riguarda questa vicenda, che ha a che fare con la vita privata dei singoli individui.

Ovviamente, lo staff della Nazionale e quello medico hanno provato a convincere tutti a sottoporsi alla vaccinazione, raccomandandola caldamente. Ma lui ha deciso, unico del team, di andare avanti per la sua strada. E ora cosa succederà alla Svizzera? Per il momento non ci sono rischi all’orizzonte: “Non è necessario che il resto del team sia messo in quarantena, perché tutti sono vaccinati e hanno il Green Pass. Xhaka era l’unico non vaccinato“.

Potrebbe interessarti -> Milan, ansia Covid: un calciatore salta l’amichevole contro Nizza

Sui social la vicenda ha però acceso una serie di polemiche, tra chi ha puntato il dito contro il calciatore e chi contro la Nazionale: “Calcio-Karma. La Svizzera rifiuta di fare la campagna pro vaccino. Il giorno dopo Xhaka risulta positivo“.