Lazio, Immobile lancia l’allarme: la frase che preoccupa i tifosi

Ciro Immobile lancia l’allarme in casa Lazio: il capitano spiega cosa manca e striglia i suoi compagni. La frase che preoccupa i tifosi

Ciro Immobile
Ciro Immobile (GettyImages)

La Lazio pareggia all’ultimo secondo contro il Torino e strappa un punto in casa granata. Un pareggio che però preoccupa l’ambiente biancoceleste, visto che la squadra ha avuto un calo fisico e mentale dopo l’ottima partenza in campionato.

A seguito della sconfitta contro il Milan, la Lazio ha raccolto due punti e in Europa League ha perso contro il Galatasaray. L’ultima vittoria risale ad un mese fa contro lo Spezia di Thiago Motta: dopo la sosta 0 successi. Ciro Immobile lancia l’allarme e spiega cosa manca ai suoi compagni per riuscire a competere con le grandi. Ecco cosa vuole il capitano dalle prossime partite.

Lazio, per il derby serve entusiasmo: Immobile scuote i compagni

Ciro Immobile, capitano della Lazio
Ciro Immobile preoccupato (GettyImages)

Il derby capita nel momento giusto”. E già, perché proprio domenica 26 settembre nella Capitale si giocherà Lazio-Roma e Ciro Immobile è felice di poter giocare subito questa grande partita: “Andrà giocata con il coltello fra i denti: vincerla ci farebbe fare un grande passo in avanti“. Non solo per i punti in classifica. Il capitano della Lazio parla soprattutto di un problema mentale da risolvere.

Leggi anche >>> Andressa sempre più decisiva: la Roma ringrazia… i followers

Infatti, nell’intervista dopo la gara contro il Torino, Immobile ha lanciato l’allarme e ha spiegato il motivo di questi diversi passi falsi: “Dopo la gara persa contro il Milan ci è mancato l’entusiasmo. Non deve accadere, perché non ti puoi abbattere dopo una sconfitta quando inizi un percorso nuovo. Quando si cambia qualcosa le sconfitte ci possono stare ma ci devono servire da lezione. Ci dobbiamo riprendere, ma dipenderà tutto da noi. Sarri? Sta dando il massimo, ma non è facile – infine la stoccata del capitano della Lazio ai suoi compagni e forse anche un’autocritica – Bisogna lavorare di più e non dobbiamo avere paura. Siamo timorosi e questo ci penalizza tanto“.