Sanchez si dà al vino: nuovo acquisto per l’attaccante

Alexis Sanchez torna in Friuli, ma per il vino: il calciatore dell’Inter pensa al futuro e investe in una particolare azienda.

Alexis Sanchez
Alexis Sanchez (fnte foto GettyImages)

Grande ritorno per Alexis Sanchez. L’attaccante cileno dell’Inter è di nuovo protagonista in Friuli. Non al Friuli, nome cui era conosciuta la Dacia Arena negli anni d’oro in cui segnava con la maglia bianconera dell’Udinese, bensì nella Regione del Friuli-Venezia Giulia. Il centravanti ha infatti scelto d’investire in una terra che gli è rimasta nel cuore, optando per entrare in un campo di grande interesse per il Sanchez uomo, più che per il Sanchez calciatore.

In attesa di scoprire che fine farà a gennaio, con ‘radiomercato’ che lo dà in uscita dall’Inter per poter avere più spazio (e poter liberare la società del suo lauto ingaggio), l’attaccante cileno ha scelto di iniziare a programmare il futuro. Perché non potrà giocare per sempre, questo è chiaro. E data anche l’età non più verdissima, è arrivato il momento di capire cosa potrà fare da grande.

Leggi anche -> Alexis Sanchez, che bolidi in garage: tutte le auto del Nino Maravilla

El Nino Maravilla è ormai poco Nino, e di meraviglie sul campo ne fa vedere sempre meno. Ampliare i propri orizzonti è dunque più una necessità che una scelta. E così Alexis ha deciso di reinventarsi imprenditore in Friuli, e ha acquistato un’azienda molto particolare, specializzata nella cultura viticola e vinicola.

Alexis Sanchez: presto il suo vino in tavola?

Sanchez Cile
Sanchez con la maglia del Cile (fonte foto GettyImages)

Ebbene sì, Sanchez ha scelto di darsi al vino. Non in senso strettamente letterale. Non sono previste serate alcoliche per l’attaccante cileno, che però ha scelto di fare proprio della produzione di vino il suo nuovo campo d’interesse.

Come riferito dal Messaggero Veneto, il calciatore ha chiuso da poco tempo l’acquisto di Alberice, una grande azienda agricola da circa 25 ettari di terreno, situata nei pressi del Bosco Romagno, nel comune di Corno di Rosazzo. Un investimentoi non da poco per l’ex calciatore dell’Udinese, che è stato avvistato negli ultimi mesi anche a passeggio tra i vigneti della tenuta per assaggiare i migliori vini di sua produzione.

Potrebbe interessarti -> Belotti, dal provino all’Atalanta al diploma: passioni e curiosità del Gallo

Insomma, l’attaccante guarda al futuro e lo fa con l’occhio acuto dell’imprenditore in carriera, senza rinnunciare ai piaceri della vita ma, anzi, diventando a sua volta un creatore di piacere. Perché non c’è nulla di più maravilloso di un bel bicchiere di vino in determinati momenti della giornata.