Mondiali 2022: il gesto commovente di una Nazionale qualificata

Una squadra europea qualificata ai Mondiali 2022 ha regalato il proprio premio in beneficenza: il gesto straordinario della Serbia.

Tifosi Serbia
Tifosi Serbia (©LaPresse)

Le qualificazioni ai Mondiali 2022 in Qatar stanno rivelando più di qualche sorpresa. Alcune negative, almeno per noi, come il secondo posto dell’Italia nel proprio girone a favore della Svizzera. Altre positive, almeno per loro, come il passaggio del turno al cardiopalma della Serbia grazie al 2-1 esterno conquistato contro il Portogallo di Cristiano Ronaldo.

Una partita che è già entrata nella storia della Nazionale balcanica guidata da Dragan Stojkovic, che ai prossimi Mondiali si presenteranno tra l’altro con una squadra di tutto rispetto, con Dusan Vlahovic in attacco, Milinkovic-Savic a centrocampo e poi tanti altri talenti sia in campo che in panchina.

Leggi anche -> Serbia, che follia: la curiosa statistica sulla Nazionale balcanica

Il trionfo della squadra serba, maturato al 91esimo grazie al già leggendario gol di Mitrovic che ha gelato il sangue nelle vene dei tifosi accorsi allo stadio di Lisbona, ha avuto tra l’altro un significato ben più profondo. La qualificazione diretta ai Mondiali è stata infatti premiata con un ricco riconoscimento in denaro, come promesso dal presidente serbo Aleksandar Vucic. Premio che però la squadra ha deciso di girare a qualcuno di più bisognoso.

La Serbia devolve il premio in beneficenza dopo la qualificazione ai Mondiali

Nazionale Serbia
Nazionale della Serbia (©LaPresse)

La Serbia ai Mondiali fa due volte felici i tifosi balcanici. Non solo per il risultato sportivo, ma anche per un gesto straordinario voluto dalla squadra. O meglio, dalla federazione serba. Il governo ha infatti premiato con un milione di euro la federazione per aver conquistato questo traguardo storico. Un ricco premio che tutti hanno voluto destinare a qualcuno di più bisognoso.

L’intero premio è stato devoluto infatti in beneficenza ad alcune associazioni che si occupano di cure per i bambini malati, come riferito dai media locali. Un gesto straordinario che ha strappato applausi da parte di tutti.

Potrebbe interessarti -> Cuper, che combini? Errore clamoroso, tifosi imbufaliti

Insomma, la Serbia in un colpo solo è riuscita a compiere più di un’impresa: tornare ai Mondiali dalla porta principale, fermare un campionissimo come Cristiano Ronaldo e far battere il cuore di tutti grazie a un gesto molto nobile sul piano etico. Un gesto che sarà stato sicuramente apprezzato anche da un serbo illustre, Novak Djokovic, che ha seguito il match da Torino, dov’è impegnato per le ATP Finals, esultando come un matto al gol di Mitrovic. E non poteva essere altrimenti.