Inter, colpo in difesa: occhi sul nuovo de Vrij

 L’Inter pensa a un colpo in difesa per giugno: spunta il nome del possibile ‘nuovo de Vrij’. I tifosi e Inzaghi ci sperano.

Simone Inzaghi
Simone Inzaghi (©LaPresse)

Metà stagione è ancora da giocare, ma l’Inter non si ferma e pensa già al futuro. E in particolare a rinforzare la difesa. Reparto che in questo momento sta regalando alla squadra di Simone Inzaghi grandissime soddisfazioni, essendo diventata tra novembre e dicembre un vero bunker, rischia nel breve periodo di perdere pezzi importanti, come Stefan de Vrij. Qualora l’olandese dovesse partire, il club non si farà però trovare impreparato. Il sostituto è già stato individuato.

C’è infatti un calciatore che piace moltissimo alla dirigenza interista, che non infiamma i tifosi ma nemmeno li delude. Soprattutto, che Simone Inzaghi conosce molto bene e stima. Una garanzia, più che una scommessa, che potrebbe fare le fortune dell’Inter per i prossimi anni.

Leggi anche -> Inter, il desiderio vale un bilancio: Marotta gioca a dama

Perché, se è vero che c’è uno scudetto ancora da conquistare (sebbene i 4 punti di distanza sul Milan in questo momento sembrino piuttosto rassicuranti), è altrettanto vero che i nerazzurri non possono sbagliare strategia. La Juventus potrebbe tornare, il Milan crescere ancora, e alle spalle ci sono un Napoli sempre solido, una Roma destinata a ridiventare competitiva e una Lazio pronta a esplodere da un momento a l’altro con il progetto Sarri. Per potersi garantire un periodo di successi e vittorie, servirà dunque una pianificazione certosina. Anche, e forse soprattutto, sul mercato.

Marotta guarda in casa Lazio: idea Luiz Felipe

Luiz Felipe Lazio Juventus
Luiz Felipe in Lazio-Juventus (©LaPresse)

Il calciatore individuato dall’Inter per la difesa come possibile sostituto di de Vrij, ma anche suo nuovo compagno di reparto, è Luiz Felipe. Il brasiliano della Lazio sta vivendo una stagione di altissimo rendimento. Dopo stagioni altalenanti, anche a causa di seri problemi fisici, sotto la gestione di Sarri è riuscito a diventare il perno della retroguardia, acquisendo sicurezza gara dopo gara.

Il suo contratto è in scadenza a giugno, e il futuro è tutto meno che certo. Stando a quanto riferito dal Corriere dello Sport, tra il 6 e il 10 gennaio le parti dovrebbero incontrarsi per capire le intenzioni di calciatore e club. Se non dovesse esserci fumata bianca, la cessione sarebbe sicura a giugno, ma non impossibile anche a gennaio.

Potrebbe interessarti -> Inter, un sacrificio è necessario: quel centrocampista è di troppo

Va considerato che attualmente il brasiliano percepisce circa 650mila euro netti a stagione. Uno stipendio decisamente più basso rispetto ad altri calciatori biancocelesti meno importanti nello scacchiere di Sarri. Anche per questo motivo l’entourage sarebbe partito da una richiesta di 2,5 milioni netti, per equiparare la sua condizione a quella del compagno di reparto Francesco Acerbi. Troppo per il club di Lotito, che potrebbe a questo punto valutare una cessione immediata, accettando le offerte di Valencia o Zenit. Con buona pace dell’Inter, che resta a guardare e già pregusta il colpaggio estivo.