Messi, tentativo del Manchester City per gennaio: l’attacco di Tebas

47
Messi, tentativo del Manchester City (Getty Images)
Messi, tentativo del Manchester City (Getty Images)

Il Manchester City potrebbe acquistare Lionel Messi già nella sessione invernale di calciomercato. Il presidente della Liga, Tebas, non ha risparmiato un duro attacco al club inglese 

Lionel Messi resta nell’orbita del Manchester City, che sembrerebbe intenzionato a presentare una nuova offerta per strappare l’argentino al Barcellona. L’attaccante è stato costretto a rimanere in blaugrana per alcuni cavilli burocratici, ma già dalla scorsa estate ha valutato di lasciare la squadra che l’ha cresciuto.

Nonostante le dimissioni premature del presidente Bartomeu, difficilmente il 5 volte Pallone d’Oro resterà in Spagna. La “Pulce” non ha ancora rinnovato il proprio contratto e a giugno prossimo scadrà. Già da gennaio, però, Messi potrebbe lasciare i catalani e trasferirsi in Premier League.

Potrebbe interessarti anche: “Messi è meglio di Maradona”, le dichiarazioni di Cassano in diretta social

Manchester City su Messi, la reazione di Tebas

Messi, la rabbia di Tebas con il Manchester City (Getty Images)
Messi, la rabbia di Tebas con il Manchester City (Getty Images)

Se i Citizens dovessero riuscire a risanare i propri debiti e strappare così Messi al Barça, Pep Guardiola potrebbe anche giovare delle nuove regole UEFA. L’attaccante argentino, infatti, avrebbe la possibilità di scendere in campo per la Champions League anche con la società inglese a partire da gennaio, nonostante abbia già giocato con gli Azlugrana in questa prima fase del torneo.

Il tentativo del City non è stato particolarmente gradito dal presidente della Liga, Tebas, che in una recente intervista ha infatti dichiarato: Agiscono fuori dalle regole. Non sono preoccupato di loro e non sono neanche il solo a dire certe cose. E’ impossibile lottare con loro dato che sono finanziati diversamente”. Anche se il 33enne dovesse lasciare il campionato spagnolo, il patron non è preoccupato: “Abbiamo perso giocatori come Cristiano Ronaldo e Neymar e siamo andati avanti tranquillamente. Faremo lo stesso in questo caso”, ha quindi concluso.

Leggi anche -> Messi, il Manchester City ci riprova: tentativo per gennaio