Juventus-Torino, il derby in serie A: storia e curiosità – Video

Juventus-Torino, il derby in serie A: storia e curiosità - Video
Juventus-Torino, il derby in serie A: storia e curiosità - Video

Juventus-Torino, storia del derby in Serie A. Le curiosità, i precedenti, i numeri della sfida. Le grandi emozioni in un video

Il derby di Torino non è mai una partita banale. Coinvolge appartenenze antiche, identità cangianti, grinta e passione. Il canale Youtube della Serie A ha raccolto in un video le sfide più significative, i momenti indimenticabili nella storia della rivalità.

La Juventus è rimasta imbattuta in 27 degli ultimi 28 derby di campionato. In questa serie, il Torino ha vinto nell’aprile 2015, 2-1 con i gol di Matteo Darmian e Fabio Quagliarella.

I granata hanno perso contro la Juve più che contro qualunque avversario in Serie A (72 volte). In casa dei bianconeri in campionato non vincono dall’aprile 1995.

Juventus-Torino, alle origini del derby

Ma nella storia del derby furono proprio i granata ad aprire il primo ciclo vincente tra il 1912, l’anno dello 0-8 che rimane la sconfitta più pesante nella storia della Juve, al 1914.

I bianconeri, al contrario, non perdono per quindici incontri di fila contro i granata dal 1928 al 1936. E’ la Juve che domina in Italia, vive il suo Quinquennio d’oro. Partecipa anche a una storica prima volta. Il derby del 15 maggio 1932 a Corso Marsiglia è il primo evento calcistico trasmesso in diretta radiofonica nazionale dall’EIAR. La voce è quella inconfondibile di Nicolò Carosio.

Gli anni del Grande Torino vedono un’evidente prevalenza dei granata, che riescono anche a strappare ai rivali il bomber Gabetto. Dopo la tragedia di Superga, la Juventus torna a imporre la sua superiorità nella storia del derby: spicca il 6-0 del 1952.

Il derby si colora di percezioni sociologiche, la Juve viene vista come squadra della FIAT e il Torino si manifesta come difensore dell’identità autoctona. Un primo scontro si palesa nel 1967, quando Gianni Agnelli tenta di portare in bianconero Gigi Meroni, l’idolo dei tifosi granata. Gli operai della FIAT di fede granata sabotano le auto in catena di montaggio, e l’affare salta.

Leggi anche – Juventus, caso Paratici: arriva il comunicato UFFICIALE

Serie A, le grandi emozioni del derby: il video

Gli anni Settanta, le stagioni di Pulici e Graziani, nella storia del derby sono anni granata. Il Torino vince quattro derby di fila tra il 1975 e il 1976, l’anno dello scudetto. Perde per un punto la corsa tricolore nel 1977 contro la Juve, che conquista 51 punti su 60. Ma nei derby resta imbattuto fino al 1979.

Dagli anni Ottanta, il predominio bianconero si fa più evidente. Il Torino però firma una memorabile rimonta d’orgoglio il 27 marzo 1983, da 0-2 a 3-2 nell’ultimo quarto d’ora. Nel 1987-88 di derby a Torino se ne giocano cinque, un record: due in Serie A, due in Coppa Italia, più uno spareggio per l’accesso alla Coppa UEFA che chiude la stagione. Il resto è storia recente, ricordi della “buca” di Maspero, e delle tante vittorie bianconere, anche a tempo abbondantemente scaduto. Ne ha segnata una anche Pirlo, oggi sulla panchina della Juve, e ha deciso il derby del 2014.

Leggi anche – Stadio Maradona, Napoli-Sampdoria la prima in Serie A: un segno del destino