Moukoko, il più giovane esordiente in Champions League: carriera e curiosità

Moukoko, il più giovane esordiente in Champions League: carriera e curiosità
Moukoko, il più giovane esordiente in Champions League: carriera e curiosità

La carriera e le prospettive di Youssoufa Moukoko, il più giovane esordiente in Champions League. La graduatoria dei più precoci

Youssoufa Moukoko fa la storia al Borussia Dortmund. Ha appena compiuto sedici anni, ma ha una media di un gol e mezzo a partite in oltre ottanta gare giocate con le squadre Under 17 e Under 19 dei gialloneri. Ha debuttato in Bundesliga ed è diventato contro lo Zenit il più giovane esordiente in Champions League.

Non si mette pressione, ha detto al sito della Bundesliga il gioiellino entrato nelle giovanili del Borussia nel 2014. “Non ascolto quel che dice la gente, seguo il mio percorso. Voglio solo aiutare la squadra” diceva a inizio stagione alla tv del club. Ha ceduto però alla tentazione di fare un video per immortalare il suo primo giorno in prima squadra con la maglia numero 18. “Un altro giorno così non mi capiterà mai più” ha ammesso.

Leggi anche – Atalanta, crisi Gasperini-Gomez: la presa di posizione dei tifosi

Moukoko, esordiente da record

A 16 anni e 18 giorni, Moukoko è il più giovane ad aver debuttato in Champions League da quando la manifestazione ha sostituito la Coppa dei Campioni nel calendario delle competizioni UEFA. Per 17 giorni, ha battuto il primato di Celestine Babayaro, terzino nigeriano a lungo al Chelsea.

Youssoufa non è l’unico calciatore in famiglia. Ha un fratello maggiore, Borel, terzino sinistro che galleggia nelle serie minori tedesche, condizionato anche da un infortunio all’inguine nel corso del 2020.

Leggi anche – Pogba può tornare alla Juventus: il messaggio di Raiola che fa sognare

Ha le idee chiare sul suo futuro. Vuole vincere la Champions League e il Pallone d’Oro con il Borussia Dortmund, ha detto. “Solo gli infortuni possono fermarlo. Ha buona tecnica, velocità e un tiro preciso: tre grandi qualità messe insieme” ha detto il tecnico dell’under 19 Michael Skibbe.

Ma il giudizio più rilevante è quello di Haaland, il bomber norvegese che tutti i grandi club d’Europa vorrebbero. “Youssoufa è molto più forte di come ero io a quindici anni” ha detto. “E poi ha un vantaggio in più. Io alla sua età giocavo al Byrne, la squadra della mia città. Lui è già al Borussia Dortmund”.