Mercato, la “top ten” dei club che hanno speso di più: tre sorprese dalla Serie B

Juventus rimpianti
Fabio Paratici della Juventus (Getty Images)

In una sessione creativa e ricca di scambi e affari saltati, alcuni club di Serie B hanno speso più delle società della massima serie. La Juventus è in testa ma pesa l’affare Rovella, e sul podio della “top ten” ci sono due squadre che lottano per non retrocedere. 

La sessione invernale del mercato non ha regalato grossi sussulti, e fra colpi annunciati e mai conclusi e trattative saltate in extremis, le sorprese maggiori sono arrivate dalla Serie B. Poche trattative hanno tenuto banco, molte delle quali più figlie di suggestioni che di veri e propri contatti. Nella “Top Ten” delle squadre che hanno investito di più c’è la Juventus. La cifra di 28,5 milioni che mette i bianconeri in testa è quasi interamente legata all’innesto di Rovella dal Genoa. Un affare che regalerà a Pirlo un centrocampista in rampa di lancio nella prossima stagione, ma che è servita anche ad aggiustare i bilanci. Stesso discorso per gli affari legati ad Akè e Dabo, che sono gli unici movimenti in entrata di Paratici.

Al secondo posto con 18 milioni c’è il Genoa. La cifra risente proprio dello scambio con la società di Agnelli che porta in Liguria Portanova e Petrelli, ma anche dell’arrivo di Strootman, e di Onguenè. Chiude il podio il Parma, al centro di una rivoluzione da 15 milioni circa subito e tanti altri per i riscatti in estate. Man è l’acquisto più oneroso, ma anche gli arrivi di Zirzkee, Conti, Bani e dello svincolato Pellè, appesantiranno la voce uscite nei contratti stipulati. Subito dietro c’è l’Atalanta che ha prelevato Maehle e Kovalenko spendendo circa 11,7 miliardi e poi ancora il Torino e la Fiorentina. Le sorprese arrivano dal settimo posto in poi in questa speciale classifica, e raccontano di un mercato di Serie B ricco di colpi di scena.

Leggi anche: Calciomercato, Juve e Inter regine in una stagione povera: una sorpresa sul podio

Mercato, nella “top ten” il Monza e il Brescia: hanno speso di più dei club di Serie A

Mercato top ten spese
Cristian Brocchi, allenatore Monza (GettyImages)

Il mercato di Serie A, povero di colpi di scena, non ha regalato ai tifosi grossi sussulti. Basti pensare che alcuni club della cadetteria hanno investito di più dei presidenti di A. Su tutti il Monza, che nella speciale “Top Ten” è la settima squadra in graduatoria. La società di Berlusconi è la regina della cadetteria, e il ds Filippo Antonelli ha ringraziato il patron del club che ha rivoluzionato la rosa per tentare il salto di categoria. Gli innesti di Federico Ricci, Matteo Scozzarella e soprattutto Davide Diaw, strappato ad una larga e agguerrita concorrenza, collocano la società fra quelle ad aver investito maggiormente. Alle spalle dei brianzoli un’altra di Serie B. E’ il Brescia, sempre più deciso a tornare nella massima serie.

Gli arrivi di Ninkovic, Pajac e Pandolfi e l’innesto di Karacic ad inizio mercato, fanno del club lombardo l’ottava squadra nella nostra speciale classifica. Dietro c’è addirittura il Cagliari, e a chiudere la “Top Ten” ancora una società cadetta. E’ la Cremonese, altro club deciso a cambiare volto alla squadra. Fuori dalla graduatoria il Milan, che ha trovato le giuste pedine con i presiti rimandando gli esborsi alla prossima stagione e l’Inter.