Lazio-Torino, è scontro: Lotito ha già pronto un piano

Lazio-Torino porta con se uno strascico di polemiche e uno scontro fra club: Lotito contro Cairo: che hanno entrambi un piano. La decisione entro 10 giorni.

Lazio-Torino è scontro frontale, e Lotito ha pronto un piano dopo il match che non si è disputato. Una gara che ormai è al centro delle polemiche per il problema dovuto al focolaio Covid in casa granata. E’ il match dello scontro frontale ma a distanza fra la Lega e le Asl, ed è una partita che può risultare fondamentale per il campionato. Nella lotta all’Europa, che vede i biancocelesti in corsa, e in chiave salvezza.

Il Torino dopo i 180 minuti non giocati contro Sassuolo e Lazio è di nuovo nel mirino delle inseguitrici, e Cairo ha già preannunciato reclamo. E’ scontro però con Lotito, che ha già pronto un piano per presentarsi in tribunale. La gara sarà tenuta sub iudice dal Giudice Sportivo Mastrandrea, e il passaggio successivo sarà improntato sulla visione delle carte necessarie a prendere una decisione.

Lazio e Torino sono però pronte allo scontro, e Lotito non ci sta. La decisione più logica potrebbe essere il riconoscimento delle causa di forza maggiore per cui i granata non sono scesi in campo. La Lazio però ha un piano, e sembra intenzionata a fare di tutto per chiudere la partita prima ancora di giocarla.

Leggi anche: Lazio-Torino, Cairo attacca la Lega: il presidente annuncia ricorso

Lazio-Torino, è scontro frontale fra Lotito e Cairo: la decisione arriverà in 10 giorni

Lazio Torino scontro Lotito
E’ scontro fra Lazio e Torino

Lazio-Torino è ormai al centro di uno scontro fra Lotito e Cairo. I passaggi che valuterà il giudice sportivo sono chiari, ma i due club hanno chiaramente posizioni differenti. Entro 10 giorni si deciderà sulla base dell’impossibilità del Torino di raggiungere Roma, dove era in programma l’incontro con i biancocelesti. Il veto dell’Asl però è scritto a caratteri cubitali nel protocollo inviato ai granata, che hanno osservato le indicazioni delle autorità competenti.

Non è bastato alla Lega, e neanche alla Lazio di Lotito, che in 10 giorni conoscerà le scelte del giudice sportivo. Il quotidiano “La Stampa” ha svelato un retroscena che allungherà di sicuro la coda delle polemiche su Lazio-Torino. Lo sostiene anche “Il Messaggero”, che spiega quali sono i punti sui quali il club capitolino spingerà nel ricorso. La Lega concede infatti un solo bonus ai club in caso di positività al Covid, e il Torino lo avrebbe sfruttato contro il Sassuolo.

Lo avrebbe, perché resta sempre il discorso delle Asl che impediscono alle squadre di violare la quarantena. Resterebbe quindi da capire se il famigerato bonus sia una scelta delle squadre o se in questo caso non sia da calcolare visto il veto imposto dalle autorità. Sta di fatto che lo scontro è pronto, ed entrambi i club annunciano ricorso. Chi vincerà è difficile dirlo, ma un dato è certo. Il Protocollo, che nella maggior parte dei casi ha funzionato, trema davanti ai contagi e ai cavilli. Il buco riscontrato nella gestione dei casi sotto la lente d’ingrandimento delle Asl genera confusione. E la Serie A non ne ha affatto bisogno.