Juventus, Pirlo glissa su Ronaldo: “E’ deluso, ricordiamoci i suoi numeri”

Andrea Pirlo ha presentato il match della sua Juventus contro il Cagliari glissando le domande su Ronaldo. “Bisogna ripartire, ma non dimentichiamo i numeri di un calciatore molto importante”.

Andrea Pirlo è il volto di una Juventus ancora tramortita dopo il brusco stop con il Porto in Champions e in conferenza stampa ha parlato della partita e delle voci di mercato su Ronaldo. Il calciatore è accostato al Real Madrid dalla stampa spagnola, e il tecnico bianconero ha voluto dire la sua. “La squadra si sta riprendendo – ha affermato l’allenatore -, ma di certo è stata una bella botta che rende la nostra strada ancora più chiara. Ci vorrà grande orgoglio e spirito di gruppo. Con il Cagliari non sarà semplice, ma abbiamo le idee chiare su ciò che dobbiamo fare. Sarà una partita importante dopo l’eliminazione”. 

Poi un passaggio sulla sua carriera in panchina. “Ho vinto tanto ma anche perso. C’è un solo metodo, ripartire con forza e orgoglio. Ci sono partite da giocare in campionato e la finale di Coppa Italia. La stagione riparte perché dobbiamo dimostrare che siamo la Juventus, ma dipende solo da noi”

“Dai momenti di grande tristezza bisogna tirare fuori il meglio – ha aggiunto Pirloed è sempre stato così nella mia carriera. La stagione non finisce certo domani con il Cagliari, ma c’è da reagire subito”. Poi il punto sugli infortunati. “Tutti a disposizione tranne Dybala e Bentancur che ha ancora il Covid, e poi ci sono gli acciacchi di Demiral e Ramsey che hanno qualche acciacco.  Per il resto sono tutti a disposizione”. Il passaggio più atteso per la Juventus e Pirlo sarà però il futuro di Ronaldo.

Leggi anche: Cagliari-Juventus, Ronaldo fra il mercato ed un tabù da sfatare

Juventus, Pirlo non parla del mercato e di Ronaldo: è un silenzio che lancia messaggi chiari

Pirlo Juventus Ronaldo
Andrea Pirlo, tecnico della Juventus che medita su Ronaldo (Getty Images)

La Juventus di Pirlo è chiamata a rialzarsi dopo la botta in Champions, e a ricucire con Ronaldo, che le voci di mercato vogliono vicino ad un clamoroso ritorno al Real Madrid. Il tecnico ha glissato, e i suoi silenzio sono un chiaro messaggio. Alla domanda sul futuro di Cr7, l’allenatore della Juventus ha preferito ricordare i numeri del calciatore portoghese. “E’ deluso, e penso che sia normale. Lo hanno criticato ma io vorrei ricordare i numeri di un calciatore, e parlano da soli. Lui sta bene, ha voglia di rialzarsi e domani giocherà”.

Sul mercato e il probabile addio alla Juventus però Pirlo ha preferito schivare i colpi in arrivo. “E’ chiaro che dopo la sconfitta con il Porto sia stato messo al centro delle critiche. E’ il calciatore più forte e famoso al mondo insieme a Messi, ed è normale che quando le loro squadre perdono gli occhi sono puntati su di loro”.

E’ un silenzio che lancia un messaggio chiaro da parte di Pirlo. Avrà ricevuto un diktat dalla società? Agnelli non parla, Paratici tace e Cr7 non ha ancora chiarito quale sarà il suo futuro. Intanto le voci di mercato di susseguono, e anche oggi dalla Spagna hanno rilanciato un primo contatto fra Mendes e il Real. Il futuro alla Juventus di Ronaldo potrebbe trasformarsi in una telenovela, e Pirlo intanto pensa al campo.