29 marzo 1997: Christian Vieri e il millesimo gol in Italia Moldavia

Vieri Italia
Christian Vieri Italia (GettyImages)

Ventiquattro anni fa Christian Vieri in Italia Moldavia, all’esordio in azzurro, segnava il millesimo gol della Nazionale.

Era la nazionale di Cesare Maldini. ll 29 marzo del 1997, ventiquattro anni fa, si affrontava la Moldavia, nel girone di qualificazione per i Mondiali di Francia ’98. Gli azzurri, giocano a Trieste e sono in vantaggio per 2-0. Per l’Italia, i gol di Paolo Maldini e Gianfranco Zola, altri tempi, altri nomi, altri campioni. Gli azzurri sono a quota 999, nel conto dei gol complessivi segnati nella loro storia. Si cerca il millesimo gol. Quel giorno con l’Italia, fa il suo esordio un giovane attaccante, figlio d’arte, di nome fa Christian, di cognome Vieri, ma per tutti è Bobo.

Italia Moldavia, quel giorno, battezza in azzurro un giovane attaccante di belle speranze. E’ Christian Vieri, arrivato a suon di gol alla convocazione nella Nazionale maggiore di Cesare Maldini. Nemmeno il tempo di pensarci e Vieri trafigge il portiere moldavo Romanenco, in uscita con un sinistro micidiale. E’ il millesimo gol, Christian Vieri, all’esordio, entra nella storia della Nazionale italiana. E’ solo l’inizio di una carriera assolutamente eccezionale.

Leggi anche >>> Leader e Italia: Verratti e Donnarumma cercano gradi maggiori

Leggi anche >>> Turchia, la nazionale avverte l’Italia: a Euro 2021 ci sarà da lottare

29 marzo 1997: Vieri, millesimo gol e l’Italia trova un campione

Il primo gol per l’Italia, nel lontano 1910, lo aveva segnato Lana. L’avversario era la Francia, il risultato finale 6-2 per gli azzurri. Christian Vieri, quel giorno di 24 anni fa, segnava il millesimo gol, il primo della sua carriera in maglia azzurra. Alla fine saranno 23 o i gol di Bobo, con 49 presenze, tra grandi sconfitte ed esaltanti vittorie. Una storia professionale che ha appassionato e fatto sognare milioni di italiani.

Vieri azione
Christian Vieri azione (GettyImages)

Il millesimo gol non è certo qualcosa che si dimentica, segnarlo, alla prima presenza in nazionale, entrare nella storia dell’Italia, del tuo paese, per una marcatura che resterà per sempre nella storia e nell’immaginario collettivo, non è certo uno scherzo. Christian Vieri farà sentire il suo sinistro ai Mondiali di Francia ed a quelli di Korea. Un infortunio, lo tenne lontano da quello di Germania del trionfo azzurro, ma quella, per lui, purtroppo, è un’altra storia.