Calciomercato Milan, il rinforzo può arrivare dall’Inter: affare per entrambe

Milan Vlahovic
Maldini, Massara e Gazidis, la triade del Milan (Getty Images)

Prima i rinnovi, poi innesti funzionali al gioco di Pioli: il calciomercato in casa Milan si muove, e c’è un affare in vista con l’Inter.

Milan e Inter dopo mesi di lotta in campo per il primato potrebbero trovarsi ad un tavolo e per dare il via ad un affare di calciomercato. I rossoneri hanno infatti in programma la questione rinnovi, e dopo aver chiuso con soddisfazione il capitolo relativo ad Ibrahimovic, riflettono sugli altri nodi da sciogliere. Al termine del campionato, con una eventuale qualificazione Champions in mano, Maldini accorcerà le distanze con Raiola per Donnarumma e Romagnoli, e poi riceverà Stipic per esaudire i desideri di Calhanoglu.

Solo successivamente si concentrerà sulle pedine da regalare a Pioli. E il primo passo del Milan potrebbe portare ad un affare con l’Inter. Lo racconta calciomercato.it, che rivela la volontà del tecnico di intervenire sul centrocampo, cercando innesti esperti in Serie A. Ci sarebbe anche il benestare di Conte e del club nerazzurro. Che fiuta una plusvalenza fondamentale in questa fase.

Leggi anche: Calciomercato Roma, incontro fra gli agenti di Vlahovic e i giallorossi: i dettagli

Calciomercato, Milan e Inter incrociano il loro cammino: affare possibile a centrocampo

Gagliardini Inter
Gagliardini potrebbe essere al centro di un affare di calciomercato fra Inter e Milan (Getty Images)

Ecco quindi che in una fase economica condizionata dai riflessi della pandemia, il percorso dei club è tracciato. Giovani, plusvalenze, trattative low cost. E, chiaramente, investimenti che possano garantire un impatto immediato. Inter e Milan ragionano su una pista di calciomercato che possa soddisfare tutti i requisiti dei club, e l’affare potrebbe decollare. Pioli ha infatti pagato più di una volta le carenze a centrocampo, e sarebbe pronto a chiedere rinforzi.

La pedina scelta corrisponde all’identikit di Roberto Gagliardini. L’ex Atalanta, nonostante non sia un titolare, è stato spesso impiegato da Conte, che potrebbe rinunciare al ventisettenne centrocampista in cambio di soldi da reinvestire. Oltre ai 15 milioni richiesti, che il Milan proverebbe ad abbassare, ci sarebbe una plusvalenza importante per Suning. Il calciatore fu infatti prelevato dall’Atalanta per circa 20 milioni nel gennaio del 2017, e l’affare è stato ampiamente ammortizzato dal club, che vendendolo potrebbe sistemare una piccola voce a bilancio.