A Bari una testa di maiale mozzata per i calciatori: il precedente Figo – VIDEO

Stadio Bari
Stadio Bari (GettyImages)

Una testa di maiale all’esterno dello stadio del Bari, come fu per Figo, la minaccia per i calciatori della squadra di Lega Pro.

Una testa di maiale mozzata, ritrovata all’esterno dello stadio San Nicola di Bari, con uno striscione minaccioso, rivolto ai calciatori della squadra pugliese: “Se non ci credete questa fine farete“. La minaccia, forte, di quelle che di certo non fanno bene al mondo del calcio, arriva dopo la sconfitta, in campionato, contro la Turris. Un 3-0 senza storie, che evidentemente ha mandato su tutte le furie i tifosi. Una testa di maiale, come successe a Figo.

Era il 23 novembre del 2002, quando Luis Figo, ex Barcellona, passato al Real Madrid, incontra la sua vecchia squadra in casa sua. I tifosi del Barca, poco tollerarono quella sera, la presenza del loro ex beniamino, e per lui, in occasione della battuta di un calcio d’angolo per il Real, ci fu un vero e proprio attacco frontale. Volò di tutto dagli spalti, dalle bottigliette di plastica a quelle di vetro, fino ad una testa di maiale mozzata, proprio come a Bari.

Leggi anche >>> Il Barcellona fa il prezzo per Dembélé: minusvalenza super

Leggi anche >>> Real Madrid Chelsea: nuovo record per Thiago Silva in Champions

A Bari una testa di maiale mozzata, in stile Figo per i calciatori: “Nulla a che vedere con il calcio”

Luis Figo
Striscione Luis Figo (GettyImages)

Il presidente della Lega Pro, Francesco Ghirelli, ha duramente criticato quanto accaduto a Bari, con la testa di maiale mozzata comparsa all’esterno dello stadio San Nicola, proprio come successe per Luis Figo. E poi quello striscione, la minaccia del maggiore impegno richiesto, l’obbligo imposto di dover dimostrare il proprio attaccamento alla causa barese. Ghirelli condanna, e si indigna per il verificarsi di certe situazioni che con il calcio non hanno nulla da spartire.

https://twitter.com/AgentiAnonimi/status/933319811068723205?s=20

Prima dei playoff, la gara contro il Bisceglie, per il Bari. La contestazione, in caso di sconfitta o forse anche di pareggio, continuerà di certo senza sosta, minando gli equilibri e la serenità dei calciatori e di tutto lo staff tecnico. In questo momento, forse, il sostegno, la vicinanza dei tifosi dovrebbe servire per raggiungere il traguardo tanto sognato, questo sarebbe, si opportuno e necessario. Teste di maiale, alla Figo contro il Barcellona, minacce e striscioni intimidatori, servono a nessuno, danneggiando invece tutti.