La festa è già finita: Milan l’annuncio ufficiale sul futuro di Calhanoglu

Calhanoglu
Calhanoglu (GettyImages)

Milan e Calhanoglu sul futuro, all’indomani della qualificazione alla prossima edizione della Champions League.

Non è ancora chiaro come sarà il prossimo Milan, quello che dopo un bel po’ di anni tornerà a calcare i campi europei della Champions League. Non è ancora certo chi ci sarà a difendere i pali dei rossoneri con Donnarumma ancora sospeso tra rinnovo o cessione, Calhanoglu che non ancora scelto le riserve, e numerosi altri profili che ad oggi, non hanno ancora risolto il dubbio più impellente per tutti i tifosi, restare o non restare al Milan.

Calhanoglu intercettato dai microfoni dai microfoni del quotidiano turco Fotomac, ha dichiarato di non aver ancora deciso se rinnoverà o meno il contratto con la squadra rossonera. C’è tempo, ha lasciato intendere, vuole affrontare al meglio i prossimi Europei di calcio e poi lanciarsi nella riflessione circa il suo immediato futuro. Una presa di posizione abbastanza netta da parte del numero dieci turco, che quindi non appare certo di restare al Milan.

Leggi anche >>> Calciomercato Milan, un big saluta: addio ufficiale al club

Leggi anche >>> Allegri Napoli, c’è la risposta: Juve e Real Madrid riflettono. Gli scenari

La festa è già finita: al Milan Calhanoglu non è più certo di restare

Chala Pioli
Chala Pioli(GettyImages)

Il numero dieci turco attenderà quindi la fine degli Europei di calcio per sciogliere ogni riserva circa le sue future intenzioni. Accettare un rinnovo di contratto al Milan o cambiarie aria e fare una nuova esperienza? I tifosi si interrogano su quanto possa essere rilevante la presenza di Calhanoglu per la prossima annata. Quanto, invece si possa sopperire alla sua eventuale partenza con l’acquisto, magari, di un giovane e promettente prospetto.

Donnarumma e Calhanoglu i casi più spinosi per la dirigenza rossonera, che dovrà provvedere a dare il massimo per sistemare nell’interesse della squadra, due situazioni abbastanza delicate. I due calciatori sembrano orientati verso la possibilità di fare nuove esperienze, ma a riguardo non è ancora detta l’ultima parola, ed il Milan, soprattutto per rispetto della sua storia e dei suoi tifosi, deve fare il massimo per provare a risolvere a suo vantaggio entrambe le dinamiche.