Juve Allegri, striscione per il bentornato: 7 anni fa la contestazione -VIDEO

allegri striscione juve
Allegri a Torino (Gettyimages)

Juve, striscione dei tifosi per Max Allegri: dal bentornato alla contestazione nel 2014. In 7 anni il livornese ha convinto tutti.

Tornare sui proprio passi, riprogrammare, accettare gli errori e tornare a vincere. Andrea Agnelli avrà pensato a questi passaggi per rilanciare la sua Juve. Ed era inevitabile puntare nuovamente su Max Allegri, l’uomo dei grandi successi, il tecnico che ha sfiorato la Champions cancellando scetticismi e dubbi. Il suo ritorno è la migliore notizia per i sostenitori della Juve, che ad Allegri hanno dedicato l’ennesimo striscione. Il primo della sua nuova esperienza in bianconero, che inizierà con un mercato da protagonista nelle scelte.

Dal quel 2014 è passato tanto tempo. L’accoglienza nel pullman che trasportava squadra e allenatore non fu affatto tenera da parte dei tifosi, che inneggiavano a Conte. In 7 anni è cambiato tutto, ma quel video è forse la più grande vittoria di Allegri, che da quel momento in poi ha raccolto soddisfazioni, successi, e un altro striscione, forse scontato. Non nelle parole, di rinnovata stima per un pezzo di storia della Juve che è pronto a scrivere nuove pagine importanti.

Leggi anche: Allegri si riprende la Juventus: la società rinnega le sue stesse posizioni

Juve Allegri, dalla contestazione all’ennesimo striscione: “Siamo fieri”

É il 16 luglio 2014. Terremoto in casa Juve e addio di Antonio Conte. L’uomo della rinascita è sostituito da Massimiliano Allegri. Il tecnico livornese arriva a Torino fra lo scetticismo neanche troppo velato di alcune frange del tifo. Urla, insulti, gestacci al pullman che accompagnava la Juventus, e cori per Conte. Non fu semplice imporsi, ma il trambusto per l’addio dell’ex capitano, poi allenatore vincente, si trasformò in silenzio nel mese di maggio successivo. Quello dell’attesa per l’ennesimo scudetto, poi festeggiato grazie ad un gran campionato di Massimiliano da Livorno.

RIVEDI LA CONTESTAZIONE DEI TIFOSI ALL’ARRIVO DI ALLEGRI — clicca qui 

Il resto è storia, scandita da successi, striscioni con messaggi d’amore per allenatore, emozioni in Champions e record in Serie A. Neanche l’addio di due stagioni fa ha cancellato un rapporto unico fra tecnico, città e tifosi. Allegri torna alla Juve senza aver allenato altre squadre negli ultimi due anni, e dopo una serie di risposte negative ai club che hanno provato ad offrirgli l’incarico. E i tifosi lo accolgono con l’ennesimo striscione, che è la testimonianza più chiara di quanto il suo lavoro e la sua simpatia abbiano catturato il popolo della Vecchia Signora. “Di te siamo sempre stati fieri, bentornato Mister Allegri“. Si apre così la sua nuova esperienza alla Juve. Merito di un allenatore che ha trasformato le critiche in applausi ed ora avrà il compito più duro. Riportare un nuovo scudetto allo Juventus Museum.