Sarri Lazio, è il giorno della verità: i dubbi di Claudio Lotito

Sarri
Sarri (GettyImages)

Sarri tra Lazio e Lotito. Il tecnico pare aver accettato la squadra romana ma Lotito avrebbe ora dei seri dubbi a riguardo.

Maurizio Sarri sarebbe ben disposto, oggi ad accettare la panchina della Lazio per i prossimi due anni con opzione su terzo. Questi i termini di un contratto da 3 milioni di euro che potrebbe quindi legare il tecnico ex Napoli e Chelsea alla squadra del presidente Lotito. Precise garanzie sono state inoltre chieste dall’allenatore, sotto il profilo degli acquisti mirati da mettere a segno e molto probabilmente su cessioni per niente ipotizzabili.

Sarri, insomma, chiede garanzie tecniche prima di affrontare un progetto per niente semplice. Riportare la Lazio tra le prime posizioni della classifica di Serie A. Sarri lo sa, il progetto conduce proprio a questo, e lo sa anche Lotito che nelle ultime ore sembra sia stato travolto dai dubbi circa l’investimento eventuale in panchina e la necessita di un progetto che sia vincente. Lazio da prime posizioni altrimenti sarebbe fallimento totale.

Leggi anche >>> Sarri alla Lazio si attende l’ufficialità: Hysaj ed un altro partenopeo nel mirino

Leggi anche >>> Dopo Sarri, alla Lazio sognano Insigne: l’asso nella manica è Immobile

Sarri Lazio, è il giorno della verità: obiettivo minimo terzo posto

Lotito
Lotito (GettyImages)

Claudio Lotito, insomma sentirebbe forte il peso dell’investimento importante che con Sarri si andrebbe a compiere. Un investimento che chiamerebbe nelle intenzioni del presidente, in automatico a grandi prestazioni, grandi obiettivi in classifica e grandi traguardi da tagliare insieme. Lotito insomma che vorrebbe una Lazio da primi posti con Sarri alla guida. Il tecnico toscano, dal canto suo, sorprese permettendo dovrebbe accettare di buon grado la sfida.

La suggestione Insigne, i nomi di Hysaj e Maksimovic sul taccuino di Maurizio Sarri, il nuovo progetto Lazio potrebbe essere anche questo. Un pezzo di Napoli, di quel Napoli che incantò l’Europa qualche anno fa a Roma, la Roma biancoceleste del presidente Lotito. I tifosi lasciatisi alle spalle Simone Inzaghi vogliono tornare a sperare ed a sognare una grande squadra, guidata da Maurizio Sarri e con in campo tanti campioni. Oggi, forse tutto questo sarà in parte, realtà.