Lewandowski rivoluziona il mondo dei videogame: l’ultima idea del bomber infiamma tutti

Robert Lewandowski sta investendo sullo sviluppo di un gioco di simulazione calcistica: un altro calciatore nel mondo dell’impresa.

Robert Lewandowski, attaccante del Bayern Monaco
Robert Lewandowski – GettyImages

Una doppia vita quella di Robert Lewandowski: di giorno formidabile attaccante di Bayern Monaco e Polonia, di notte, lontano da luci e dai riflettori, imprenditore nell’industria dei videogiochi. Al momento, infatti, il centravanti polacco, starebbe finanziando lo sviluppo di un gioco di simulazione calcistica, potenzialmente rivoluzionario nell’ambito videoludico. L’idea sarebbe quella di realizzare un videogioco in cui sia possibile vestire i panni di un arbitro. La data di uscita non è ancora stata comunicata, né sappiamo in che piattaforme sarà disponibile.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Escuela de Gamer (@escueladegamer)

Ma il trailer di “Referee Simulator“, così si chiama il gioco, è già disponibile su Youtube e dalla sua visione possiamo già apprendere alcune nozioni interessanti. Per esempio, nel video si nota come siano tre i parametri variabili di partita in partita: resistenza fisica, il rispetto dei giocatori e del pubblico, che può aumentare o diminuire a seconda dei provvedimenti presi e lo stress, che cambia in funzione degli eventi chiave della patita (cartellini, risse, potreste ecc.).

Lewandowski nell’impresa, come lui tanti altri suoi colleghi

Gerard Piqué, difensore del Barcellona
Gerard Piqué – GettyImages

Lewandowski è l’ultimo, ma sicuramente non il primo calciatore impegnato nel mondo dell’impresa e degli investimenti. Come lui, tanti suoi colleghi, hanno intrapreso una seconda carriera, oltre a quella calcistica. Di particolare rilevanza è il caso di Gerard Piqué, difensore del Barcellona e proprietario di una holding, Kosmos, che, fra le altre cose, dal trasferimento di Messi in Francia ha acquistato i diritti della Ligue 1 per trasmetterla in Spagna.

Leggi anche »» Calciomercato, Serie A rivoluzionata: top 10 migliori acquisti

Leggi anche »» Svizzera-Italia: Immobile sbaglia ed è subito rabbia social: “A che servi”

Oltre a lui Giorgio Chiellini, insieme al fratello Claudio, è il proprietario una società che si occupa di diritti di immagine, la BTB Media e Comunicazione. Ancora, D’Ambrosio, difensore dell’Inter, ha aperto circa un anno fa un ristorante, “Caveau di tradizioni”, di cucina tradizionale napoletana. Caputo della Samp ha inventato una birra artigianale, la “Pagnotta”, Bonifazi del Bologna produce olio insieme alla sua famiglia. Insomma, sono tanti, i giocatori che si sono serviti della propria popolarità nel mondo del calcio per avviare delle attività parallele alla loro carriera sportiva e Lewandowski fra questi sembra essere uno dei più promettenti.

Mattia Maccarone