Sassuolo-Verona vetrina del mercato: Faraoni e Locatelli da record

Il Sassuolo supera il Verona grazie ad una grande prestazione di Locatelli, uomo mercato: fra gli scaligeri brillano Dimarco e Faraoni, che colleziona un nuovo record.

Sassuolo-Verona non sarà sfuggita agli uomini di mercato, con gli occhi puntati su Locatelli, Zaccagni, Dimarco e il record di Faraoni. Una partita spumeggiante, che riflette le idee di due tecnici pronti e destinati al grande salto. De Zerbi ha vinto contro un Juric amareggiato per la buona prova degli scaligeri. Entrambi però continuano a regalare spettacolo, e l’impressione è che uno dei due potrebbe essere il nuovo tecnico del Napoli. Intanto i loro calciatori beneficiano di un’idea di calcio improntata all’attacco. E continuano ad essere seguitissimi sul mercato.

Locatelli ha messo in mostra un’altra prova da grande leader del centrocampo, collezionando un record e centrando un gol pesantissimo. E’ il cervello di una squadra che necessità del suo equilibrio in mediana, ed ha già le valigie pronte. Si inseguono infatti sul mercato le voci di un duello fra Juventus e Manchester City, con i bianconeri disposti a tutto per portarlo a Torino.

Anche in casa Verona però il lavoro di Juric paga. Dimarco è andato a bersaglio, Lazovic sembra ritrovato e Faraoni continua a chiamare la Lazio e gli altri club interessati a suon di gol e assist. Sassuolo-Verona era una gara interessante in chiave mercato, e in tanti hanno risposto a suon di prestazioni brillanti. E anche di record.

Leggi anche: Calciomercato Napoli, non solo Zaccagni: altro colpo dal Verona?

Sassuolo-Verona: i record di Faraoni e Locatelli infiammano il mercato

Faroni verona
Faraoni del Verona ha brillato ed è oggetto prezioso del mercato, come Locatelli (Getty Images)

Sassuolo-Verona ha quindi regalato emozioni e messo in vetrina diversi calciatori che animeranno il prossimo mercato. Su tutti Locatelli, che diventa il giocatore più giovane della Serie A ad aver messo lo zampino su 4 reti. Con il terzo gol della sua stagione, più un assist già in cantiere, conferma di essere decisivo e pronto al grande salto. Glielo vuole offrire la Juventus, pronta a chiudere ma sperando di risparmiare qualcosa sui 40 milioni chiesti da Carnevali. Difficile, viste le prove sempre in crescita e la chiamata che arriva da Manchester, sponda City.

In casa Verona invece Juric, nonostante la sconfitta, si gode gli esterni dei record. Davide Faraoni con il sesto suggerimento della sua stagione è il difensore che ha messo insieme più assist in tutta la Serie A. Numeri che testimoniano la sua crescita e l’interesse della Lazio, dell’Atalanta e di tanti altri club.

Sono tutti gli esterni però a funzionare nel disegno tattico di Juric. Lazovic è prima andato in gol e poi ha servito l’assist per Dimarco. Tradotto in numeri, hanno fatto tutto i laterali in chiave offensiva, in una squadra in cui gli attaccanti non segnano e i difensori collezionano record e chiamate per cambiare maglia. Un dato impressiona molto. Sui 32 gol degli scaligeri in questa stagione, c’è lo zampino di Dimarco, Lazovic e Faraoni in 24 occasioni fra reti e assist. Numeri che testimoniano il lavoro di Juric, e che si moltiplicheranno nelle cifre che le squadre di Serie A sono pronte ad offrire al club scaligero.