Bosnia, ansia per Dzeko e Krunic: il Ct Petev è positivo al Covid

Bosnia Petev positivo Dzeko
L'allenatore della Bosnia Petev è positivo, ansia per Dzeko, Krunic e Gojak (Getty Images)

Bosnia in ansia dopo il tampone positivo per Petev: fra gli “italiani” convocati ci sono Dzeko, Krunic e Gojak.

Il Covid fa tremare la Bosnia. Dopo i contagi nel ritiro della Germania e della Polonia, i problemi si presentano anche nella nazionale guidata da Petev. E’ proprio il ct ad essere risultato positivo dopo il giro di tamponi che ha evidenziato il problema. Al momento l’allenatore è asintomatico, ma già nel pomeriggio sarà effettuato un nuovo giro di controlli per evitare un focolaio. La nazionale ha infatti in programma una serie di amichevoli e vuole scongiurare problemi per i calciatori convocati.

Petev ha infatti in gruppo anche tre “italiani”. Si tratta di Dzeko, Krunic e Gojak, scelti per far parte del gruppo. I club si sono attivati immediatamente per capire quali siano le condizioni dei calciatori, che al momento sono risultati tutti negativi dopo l’esito dei primi tamponi.

Le amichevoli della Bosnia potrebbero quindi essere sospese e i giocatori rientrare nelle proprie squadre che sono al momento in ansia. Nelle prossime ore potrebbero esserci aggiornamenti sui controlli effettuati in mattinata. (in aggiornamento)

Leggi anche: Skorupski positivo al Covid: Bologna informato, tremano i club di Serie A

Bosnia, Petev positivo, ansia per Dzeko e gli italiani: ma le amichevoli sono così necessarie?

Bosnia Petev positivo Dzeko
Dzeko e la Bosnia in ansia dopo la notizia che riguarda Petev (GettyImages)

Il comunicato della Bosnia ha quindi svelato che il ct Petev è positivo al Covid ma ha escluso un contagio fra i calciatori. Dzeko, Krunic e Gojak stanno bene così come gli altri componenti della rosa, che sono in isolamento e in attesa di nuovi test. E’ l’ennesimo caso in pochi giorni, e sono tre le nazionali europee coinvolte. Un dato che ha scatenato polemiche ma ha incassato anche risposte chiare. Lo spazio per le qualificazioni ai Mondiali è stretto, e anche gli Europei estivi non daranno modo alle nazionali di affrontare i preliminari.

Poche date quindi e tanti incontri per non fermare le partite in calendario. Le amichevoli però sono nel mirino dei tifosi e di tanti club, che hanno in qualche modo provato a non mandare i propri calciatori nei ritiri.

Le prossime 48 ore potrebbero infatti dare una dimensione più allarmante alle notizie sui contagi. Polonia, Germania e Bosnia attendono gli esiti dei nuovi controlli, e in Serie A il Bologna ha già incassato le brutte notizie per Skorupski, che sarà assente nella gara contro l’Inter. Una vicenda che quindi rischia di condizionare i campionati nazionali, e che manda in ansia i club, in queste ore in contatto con le federazioni per evitare problemi.