Il Crotone fa l’impresa a Parma e scongiura il record negativo

Simy gol
Simy gol (GettyImages)

Il Crotone vince a Parma con rocambolesco 4-3 con doppietta del solito Simy. Non sarà il peggior fanalino di coda della storia.

Parma Crotone 3-4, non sarà Italia Germania del 1970 ma la gara è stata altrettanto spettacolare, vuoi per il risultato finale, vuoi per lo spettacolo, vuoi per la posta in palio. Il Parma di D’Aversa si giocava le ultime speranze di riuscire ad agguantare la terzultima posizione, già abbastanza lontana. Il Crotone, condannato alla B, dunque, ma senza portarsi dieto record negativi. Una piccola, chissà quanto cercata soddisfazione.

Il Parma non è riuscito a vincere nemmeno con il Crotone ultimo a 15 punti, per intenderci, e già per questo, in quello che è apparso come un vero e proprio spareggio della speranza, meriterebbe la retrocessione, quasi certa anche prima della gara del Tardini. Il Cagliari viaggia ad altra velocità, e si avvia a combattere con i denti per restare nella massima serie. Quello che insomma, gli uomini di D’Aversa hanno rinunciato a fare da molte settimane.

Leggi anche >>> Crotone, Simy ancora in gol col Parma: è record che infiamma il mercato

Leggi anche >>> Junior Messias consola il Crotone: futura cessione da record

Il Crotone fa l’impresa a Parma: il record negativo assoluto di punti in Serie A resta al Brescia

D'Aversa
D’Aversa (GettyImages)

Non sarà del Crotone il record negativo di punti in Serie A, questo era chiaro sin da subito perchè nella stagione 1994/95, il Brescia di Pirlo e Adani riusci a fare molto peggio, terminando il campionato ultimo a soli 12 punti, era il primo campionato a 3 punti. Peggio di quel Brescia aveva fatto l’anno prima il Lecce, con 11 punti conquistati, ma come detto, i punti a vittoria erano soltanto due in quella stagione. L’Ancona stagione 2003/2004, squadra infarcita di nomi anche affascinanti, ma dal rendimento disastroso terminerà il campionato a 13 punti.

Quel che resta di questa giornata, in cui il Crotone batte il Parma e di fatto determina le prime due retrocessioni semiufficiali, è la straordinaria vena realizzativa stagionale di Simy, ben 19 gol per il nigeriano, una stagione davvero da incorniciare. Una piccola grande soddisfazione per il Crotone, che saluterà la Serie A, ma sarà consapevole di avere in rosa, chissà per quanto ancora, un attaccante davvero fenomenale.