Mourinho alla Roma: via libera ai ritorni eccellenti? Da De Rossi a Totti

Totti
Totti (GettyImages)

Josè Mourinho a Roma insieme a Totti, De Rossi, Florenzi e tanti altri. L’arrivo dello special one potrebbe cambiare ogni cosa.

Con Josè Mourinho sulla panchina della Roma potrebbero cambiare molti assetti riguardo la formazione della rosa, riguardo alcune scelte dettate dalla precedente guida tecnico tattica, ed anche molte considerazioni in merito a calciatori anzitempo allontanati dalla capitale. Qualche nome a caso? Alessandro Florenzi trattandosi di calciatori, Daniele De Rossi e Francesco Totti se si intende la quadra dirigenti e staff tecnico. Le possibilità sarebbero dunque molteplici.

Il discorso tecnico tattico, con uno come Mourinho, in una città come Roma, con una squadra come la Roma, con i calciatori in giro per l’Europa ed i potenziali uomini immagine, dirigenti e quant’altro sparsi ovunque va sicuramente rivisto. Gente come De Rossi e come Francesco Totti, evidentemente, oggi, non può stare lontana da Roma, la piazza lo reclama, l’ambiente lo chiede, è logico che a questo punto la società rivedrà alcune sue decisioni.

Leggi anche >>> Totti criptico sui social: l’annuncio fa sperare i tifosi della Roma  FOTO

Leggi anche >>> De Rossi in dubbio, la Roma Primavera è in ansia

Mourinho alla Roma: De Rossi, Totti, Florenzi e Under? Cosa succederà per loro?

Florenzi
Florenzi (GettyImages)

Il discorso si allarga anche ai calciatori ovviamente, con Mourinho alla Roma, oltre al già citato Alessandro Florenzi che potrebbe non essere riscattato dal Psg e quindi fare ritorno nella capitale, potrebbero esserci casi analoghi per quel che riguarda Under e Kluivert, due profili di altissimo livello, uno dei quali, il turco, già negli anni passati apprezzato da Mourinho. Non si parlerebbe dei soli Totti e De Rossi, insomma, ma anche di altro.

A questo punto però, bisognerà capire quali sono i piani della società, certo non può essere caso se dal campo alla dirigenza sono andati via persone come Florenzi, De Rossi e Totti, tutti romanisti, tuti romani. Evidentemente qualcosa è scattato, cosi come dichiarato dallo stesso Totti nel giorno delle sue dimissioni da dirigente giallorosso. Mourinho a questo punto potrebbe rimettere insieme i pezzi, per il bene di Roma, per il bene della Roma.