Il Napoli per la Champions League, il Verona per non fare 400

Una sfida dal sapore molto particolare per entrambe le squadre. Napoli per la Champions Lague, Verona per non perdere.

Azzurri in campo domenica prossima contro il Verona di Juric per l’ultima gara del campionato italiano di Serie A. Il Napoli all’ultimo ostacolo prima della qualificazione per la prossima Champions League. Ostacolo che si chiama Verona, che ha promesso battaglia e massimo impegno per non perdere a Napoli. In quel caso per i veneti arriverebbe la 400esima sconfitta in Serie A della sua storia. Un traguardo che si proverà a rimandare.

Dopo la splendida vittoria di domenica scorsa contro la Fiorentina, gli azzurri di Rino Gattuso sono chiamati all’ennesima grande prestazione contro una squadra che non vuole saperne di abbassare i ritmi, ma che anzi proverà a mettere in seria difficoltà il Napoli. Barak, Dimarco e tutto il gruppo del Verona, proveranno a mettere in campo la grinta e la voglia di vincere che ha sempre contraddistinto questa squadra nel corso della stagione che sta per concludersi.

Leggi anche >>> Verona dal portiere l’effetto domino: si cambia tutto

Leggi anche >>> Il Napoli e quell’accento toscano in panchina: l’ex Empoli sempre più sicuro

Il Napoli per la Champions League: occhio al Verona ed alla sua voglia di vincere

Kalinic
Kalinic (GettyImages)

L’ultimo allungo, il passo decisivo, l’ultimo vero e proprio ostacolo lungo il cammino del Napoli per potersi dire ufficialmente qualificata alla prossima edizione della Champions League. Dopo Spezia, Udinese e Fiorentina, l’ultima squadra da battere in questo mini calendario resosi necessario ad un certo punto del campionato, è il Verona, che però non ha alcuna intenzione di mollare la presa, ed anzi vuole evitare la 400esima sconfitta in Serie A.

Veneti insomma con il dente avvelenato, o in ogni caso consapevoli che niente c’è da regalare al Napoli e niente vogliono regalare, meglio ancora, al Napoli. Gli uomini di Gattuso dovranno affrontare la sfida nelle migliori condizioni fisiche e mentali possibili. Per staccare l’ultimo biglietto prima del volo europeo, prima della raggiunta consapevolezza di aver fatto davvero un grande campionato, la migliore possibile delle basi di partenza per la prossima stagione.