Mercato Inter: la priorità è blindare le pedine fondamentali per Inzaghi

Barella
Barella (GettyImages)

L’Inter di Inzaghi, tra Brozovic e Barella  muove i primi passi. Blindare i calciatori incedibili e ripartire delle certezze.

La nuova Inter di Simone Inzaghi comincia a muovere i primi passi verso un cambio di immagine, soprattutto in rosa che si spera possa essere meno indolore di quanto temuto dai tifosi. Data per certa la partenza di Hakimi, per Parigi o per chissà dove, si guarda i gioielli di casa, quelli rimasti insomma, per provare a trattenerli ad ogni costo, due nomi su tutti, a proposito di Europei sono Brozovic e Barella. L’Inter, questa Inter, non vuole assolutamente perderli.

Secondo le indicazioni di Simone Inzaghi, Brozovic e Barella sarebbero intoccabili, il nuovo corso passa soprattutto attraverso la loro permanenza. La partenza di Hakimi i dubbi legati all’attacco con Lautaro Martinez ancora incerto e Lukaku che sembra sicuro di restare ma non sia mai, rappresentano chiaramente dei grandi inconvenienti per l’ex tecnico della Lazio, alla sua prova del nove, in un certo senso. La certezza per lui, arriva quindi dal centrocampo.

Leggi anche >>> Euro 2021, non solo Barella: quanto valgono i centrocampisti di Mancini?

Leggi anche >>> Inter, assalto al nazionale di Mancini: Marotta scatenato

Mercato Inter: da Brozovic a Barella, Simone Inzaghi mette al centro del campo il suo progetto

Brozovic Croazia
Brozovic Croazia (GettyImages)

L’Inter di Simone Inzaghi ripartirà come detto dal centrocampo, Brozovic e Barella che brillano agli Europe cosi come nella stagione dello scudetto in maglia nerazzurra andranno a comporre, sorprese permettendo il centrocampo del tecnico ex Lazio, quel centrocampo che nella sua visione delle cose rappresenta il fulcro di tutta l’impostazione tattica. Due calciatori capaci di dare peso e qualità ad un reparto assolutamente essenziale.

La cosa più difficile per Simone Inzaghi, sarà probabilmente rimettere insieme i pezzi di una squadra che ha dato tutto per Conte, che perderà qualche pezzo per la strada, questo è poco ma sicuro, e che quindi dovrà ritrovare una identità completamente nuova. Meno arrembante forse, e più studiata. Palla a terra, meno lanci più costruzione. Brozovic e Barella, in questa missione saranno certamente decisivi e quindi essenziali.