Coppa Italia: Juventus-Inter: si rinnova il duello fra Chiellini e Lukaku

Juventus Inter Chiellini Lukaku
Giorgio Chiellini (GettyImages)

Juventus e Inter ancora avversarie in Coppa Italia all’insegna del duello fra Chiellini e Lukaku. La miglior difesa contro il miglior attacco in campionato per un match che si preannuncia infuocato.

Juventus-Inter di Coppa Italia non è solo un match che vale la finale del torneo, ma anche un nuovo duello fra Chiellini e Lukaku. L’esperto difensore contro il belga, senza il quale l’Inter fatica a trovare con facilità la via del gol. Contro il Parma e l’Udinese, l’assenza dell’attaccante è costata punti pesanti ai nerazzurri. Stesso discorso in Champions contro il Real Madrid. Pirlo invece si gode un calciatore avanti con l’età, ma prezioso per la sua Juventus. Nelle ultime tre gare il livornese ha registrato il pacchetto bianconero, che non ha incassato reti e si è rilanciato nella corsa allo scudetto.

Anche nel match d’andata in Coppa Italia, l’assenza di Lukaku fermato dal giudice sportivo dopo il faccia a faccia con Ibrahimovic, è costata cara a Conte. La Juventus ha portato a casa un risultato che mette la strada in discesa domani, e la grossa mole di gioco prodotta dagli uomini di Conte non è stata finalizzata per l’assenza di un centravanti unico per caratteristiche e senso del gol. Un duello che si rinnova quindi fra i due calciatori. In campionato Lukaku rimase all’asciutto per la marcatura decisa del bianconero, ma il tecnico dell’Inter fece un capolavoro sfruttando gli inserimenti dei centrocampisti. Domani sera sarà l’ennesimo capitolo di un duello sportivo ma ruvido, fra due dei migliori calciatori in Serie A. Chi lo vince può davvero condizionare decidere uno scontro che vale l’accesso alla finale.

Leggi anche: Juventus, Buffon talismano: che numeri dal ritorno in bianconero

Juventus-Inter: Lukaku nella miglior stagione della carriera, Chiellini è rinato

Lukaku Inter
Lukaku e Ibrahimovic, lo scontro che è costato la squalifica nel match d’andata in Coppa Italia (gettyimages)

Juventus-Inter di domani svelerà la prima finalista di Coppa Italia. Un traguardo ambizioso per Pirlo, che ha già vinto la Supercoppa Italiana e cerca conferme sulla panchina dei bianconeri. Una missione anche per Conte, che fuori dalla Champions, lotta su due fronti in una stagione complicata per la sua Inter. L’altra sfida particolare è quella fra Lukaku e Chiellini. Il belga ha il miglior rendimento della sua carriera. Una media gol straordinaria e addirittura superiore a quella fatta registrare in maglia Everton. In quell’anno riuscì a collezionare 25 centri in in 37 presenze, ma il 2021 potrebbe regalargli un nuovo record.

Chiellini invece vive di agonismo, e poco importa se il sistema di gioco è cambiato. La sua presenza in campo è sinonimo di sicurezza nel pacchetto arretrato. Gli infortuni che lo hanno penalizzato nelle ultime due stagioni sembrano un ricordo lontano, e Pirlo ha speso parole al miele per il calciatore: “Fino a quando ha energie resta in campo, e nonostante una serie di partite consecutive, sembra averne ancora”. Una conferma chiara della sua presenza in campo di domani, probabilmente al fianco di De Ligt, che ne raccoglierà il testimone. Una coppia fra le migliori d’Europa, come testimoniano i numeri della difesa bianconera. I 18 gol incassati in 21 partite di Serie A sono pochi per una squadra che si sbilancia molto e che nelle ultime gare ha abbassato ulteriormente la media. Il duello di domani però metterà Chiellini e soci contro un attacco che segna in media più di due gol a partita. Una sfida particolare fra reparti, ma anche fra tifoserie, fra allenatori e due filosofie di gioco differenti. Il bilancio fra Conte e Pirlo segna un 1-1, ma domani tutto potrebbe nuovamente cambiare.