Cagliari, è ufficiale l’esonero di Di Francesco: Semplici è il nuovo allenatore

Cagliari esonero Di Francesco Semplici
Leonardo Semplici (Gettyimages)

Il Cagliari a ufficializzato l’esonero di Di Francesco e ha scelto Semplici. Toccherà all’ex tecnico della Spal il compito di salvare i sardi. 

Eusebio Di Francesco non è più l’allenatore del Cagliari. Il club ha ufficializzato l’esonero dell’ex Roma, che paga una serie di risultati negativi troppo lunga e pesante. La scelta alla fine è ricaduta su Leonardo Semplici, che avrà il compito di riportare fuori dalle zone calde i sardi. Una scelta ragionata, forse fatta a anche a malincuore da Giulini, che in più occasioni aveva ribadito la fiducia nei confronti di Di Francesco. Gli ultimi risultati hanno però allungato una striscia negativa che ha portato il Cagliari al terzultimo posto della classifica.

La svolta necessaria è arrivata da pochi minuti, ed è stato finalmente trovato l’accordo con Semplici. Alcuni piccoli intoppi, legati alle condizioni contrattuali con l’allenatore a libro paga della Spal, sono stati finalmente risolti. Sfida dura ma affascinante per un professionista valido che in carriera ha più volte convinto per le idee tattiche e la capacità di tirare fuori il meglio dalle sue squadre. Battuta la concorrenza di Donadoni, e anche di Andreazzoli e Montella.

Leggi anche: Cagliari, l’incubo senza fine: dal sogno Europa alla lotta salvezza

Il Cagliari ha scelto Semplici: l’autore del miracolo Figline e della rinascita alla Spal

https://twitter.com/CagliariCalcio/status/1363833438726463488

Il Cagliari ha scelto Semplici dopo l’esonero comunicato ad Eusebio Di Francesco. La sua missione è difficile, ma non impossibile per un allenatore che le sfide le ama, e spesso le vince. Dopo l’esordio in Eccellenza e la vittoria del Sangimignano, molti club di categoria superiore gli proposero un cambio di panchina. Ci riuscì il Figline, sempre in Eccellenza. Una scelta apparentemente strana, che però diede vita ad un miracolo sportivo. Quella squadra, allenata magistralmente, riuscì ad arrivare fino alla Lega Pro con 3 promozioni in 4 anni. Poi l’esperienza all’Arezzo, che dopo alcune giornate lo esonera e lo richiama a fine torneo. Lui vince due gare su tre e centra la qualificazione ai play off.

La successiva esperienza al Pisa non è fortunata, ma arriva la chiamata della Fiorentina che gli affida la squadra Primavera. Semplici arriva fino alla finale scudetto, ma lancia una serie di talenti incredibili. Da Chiesa a Bernardeschi e ancora Babacar, Camporese, Piccini e Iemmello. E’ il momento giusto per il grande salto, e l’occasione d’oro gliela regala la Spal, convinta dal calcio spumeggiante dei viola. Dopo le critiche per la sconfitta all’esordio, gli estensi dal fondo della classifica arrivano fino al quarto posto. Sta nascendo la Spal dei miracoli, che l’anno dopo vince il campionato di Lega Pro e si ripete ancora con una clamorosa cavalcata in rimonta in Serie B.

Al suo primo torneo nella massima serie trova una salvezza meritata e inchioda al pareggio Lazio, Inter e Juventus. La sua esperienza va avanti fino all’esonero nel febbraio del 2020. Dopo un anno esatto è pronto a rimettersi in corsa, con un Cagliari che ha bisogno del tecnico dei miracoli.