Spezia emergenza Covid: c’è un altro calciatore positivo

Spezia emergenza Covid: dopo Provedel un altro calciatore dei liguri è risultato positivo al tampone. Nuovi controlli in giornata.

E’ emergenza Covid in casa Spezia, dopo che un nuovo calciatore è risultato positivo al tampone. Il giro dei controlli previsti dopo il match di Serie A, ha evidenziato il problema per i liguri, che dopo Provedel saranno costretti a fare i conti con il rischio di nuovi contagi. Lo ha ufficializzato il club con una nota ufficiale. Non è però stato reso noto il nome del calciatore positivo.

“Lo Spezia Calcio – si legge nella nota – comunica che, a seguito del ciclo di tamponi di controllo effettuato nella giornata di ieri, un calciatore della prima squadra è risultato positivo. Il tesserato sta seguendo in isolamento le procedure previste dal protocollo sanitario”.

Dopo Provedel quindi arriva un altro calciatore  positivo al Covid che allarga l’emergenza fra i liguri. Seguiranno i controlli e il gruppo sta rispettando i protocolli in vista di un rush finale della stagione che vedrà la squadra impegnata in una delicata lotta per la salvezza. Italiano spera quindi di non dover fare i conti con altri contagi legati al Covid in una rosa larga ma che ha bisogno di tutti i suoi elementi per strappare una salvezza che sarebbe storica.

Leggi anche: Juventus, lo Spezia è al tappeto: gol e record di presenze per Ronaldo

Spezia, dopo Provedel un altro calciatore positivo al Covid: la Serie A sta riuscendo a gestire l’emergenza

Spezia calciatore positivo Covid Torino
Il Torino come lo spezia è la squadra più colpita in questa fase dal Covid (Twitter)

Un altro calciatore dello Spezia è positivo al Covid. Dopo Provedel si allarga l’emergenza in casa ligure, ma la Serie A sta riuscendo a contenere il problema. Il protocollo, chiacchieratissimo e con qualche falla legata alle decisioni delle Asl, ha retto comunque bene, consentendo al campionato di proseguire senza troppi problemi. Il caso del Torino sembra essere al momento isolato, e il club granata ha già recuperato qualche calciatore contagiato ed è riuscito a non allargare l’emergenza.

Stesso discorso per il Verona, e per l’Inter, che ha avuto un focolaio fra i dirigenti che non si è esteso però al gruppo squadra. Situazione analoga alla Juventus, ma nessun calciatore coinvolto dopo il contagio di un membro dello staff di Pirlo. Un segnale che i protocolli seguiti dai club stanno funzionando, e che nonostante le difficoltà, le squadre stiano rispondendo bene alle sollecitazioni in arrivo dalla Lega. Ora toccherà allo Spezia gestire l’emergenza, ma la società ha già comunicato di aver pronti nuovi controlli per scongiurare ulteriori pericoli.