Hakimi, l’Inter trema: offerte folli, si valuta l’alternativa

hakimi inter
Hakimi contro il Cagliari (Getty Images)

Stagione da incorniciare per Hakimi, fra i migliori esterni d’Europa: l’agente non smentisce le offerte in arrivo e l’Inter trema. Ma quanto vale l’ex Real Madrid, e chi potrebbe sostituirlo?

L’Inter ha fatto centro. Achraf Hakimi è uno degli esterni dal maggiore rendimento in Europa. Lo provano i numeri, che per un ventiduenne alla prima stagione in Serie A sono un certificato di qualità e talento. In 33 presenze in campionato è riuscito a segnare 7 reti con altrettanti assist, giocando da attaccante aggiunto e mostrando una netta crescita anche in fase di copertura. Il suo cammino, sotto la guida di Conte, potrebbe renderlo un esterno a tutta fascia completo, ma i nerazzurri incassano le dichiarazioni di Camano, che destano preoccupazione.

Il procuratore non ha smentito l’interessamento del Real Madrid e soprattutto quello del Bayern Monaco. “Non mi stupirei – ha affermato l’agente -, del resto parliamo del migliore del mondo”. Ecco quindi che gli assalti all’Inter per Hakimi potrebbero essere imminenti, e impongono ragionamenti approfonditi. Ma quanto vale l’ex Real sul mercato? E chi potrebbe arrivare sulla fascia o in un altro ruolo al posto del nazionale del Marocco.

Leggi anche: Inter il portiere del futuro potrebbe arrivare ancora una volta dall’Udinese

Inter Hakimi, due club pronti a versare cifre enormi: chi potrebbe sostituirlo?

Hakimi
Hakimi in azione con l’Inter (GettyImages)

Antonio Conte ha ristrutturato l’Inter alzando enormemente il valore della squadra. Da Bastoni a Lukaku e Barella, sono tanti i calciatori con valutazioni di mercato schizzate alle stelle dopo una stagione sola. Hakimi è fra questi, e il suo rendimento ha attirato i top club europei. L’esterno ha dichiarato che i Blancos avrebbero un diritto di prelazione per riportarlo in Spagna. Una circostanza negata dall’Inter, che incassa anche il gradimento del Bayern Monaco. Il club proverà a fare le barricate, ma la sensazione è che per 60 milioni qualcosa potrebbe cambiare, e le certezze scricchiolare.

É questo il prezzo per il calciatore marocchino. Una cifra enorme e una plusvalenza pesantissima, che garantirebbe solidità ad un club in difficoltà, e milioni da reinvestire. La difficoltà maggiore sarebbe nel sostituire un calciatore perfetto per il 3-5-2 di Conte. Le alternative in Italia potrebbero essere Hateboer, Faraoni e Lazzari. Conte potrebbe inoltre chiedere Cuadrado, suo pallino da anni e motivo di rottura con la Juve, ma nessuno dei 4 calciatori avrebbe lo stesso impatto di Hakimi. Trattative delicate ma neanche impossibili, per puntare poi tutto su un centrocampista, unica reale richiesta di spessore dell’allenatore. Il sogno è Kanté, calciatore che andrebbe a comporre forse una delle linee mediane più forti d’Europa. A quel punto il sacrificio di Hakimi per l’Inter potrebbe diventare più dolce. Per il momento però Conte resiste. Chi vorrà accomodarsi ad un tavolo con Camano e i nerazzurri sa bene che c’è da investire, altrimenti il capitolo sarebbe già chiuso.