Porto-Juve, una trasferta lampo a rischio Covid: precedenti e curiosità

Tegola in casa Juve: un big finisce ko nel riscaldamento
Tegola in casa Juve: un big finisce ko nel riscaldamento (GettyImages)

La Juve sfida il Porto nell’inferno del Covid, fra curiosità e precedenti che sorridono ai bianconeri. I portoghesi hanno avuto la meglio solo una volta sulle italiane.

Trasferta lampo per la Juve, che sfida sfida il Porto in una nazione segnata dal Covid. Un blitz di circa 30 ore per portare a casa una vittoria alla portata. I portoghesi infatti in una sola occasione hanno avuto la meglio in Champions contro le italiane. Accadde nel 2019 contro la Roma, sconfitta 3-1. Con la Juventus il bilancio è invece negativo per la squadra di Coinceiçao, In sei occasioni i bianconeri hanno raccolto 5 successi e un pareggio, trovando sempre prestazioni positive. La trasferta di oggi però nasconde molto insidie per Pirlo.

In Portogallo l’emergenza Covid è drammatica, e la trasferta blindata è stata organizzata per limitare al minimo i rischi. I tempi stretti hanno condizionato l’avvicinamento ad un match da vincere a tutti i costi per spianare la strada in vista del ritorno. Altro dato da tenere in considerazione è nel percorso casalingo dei portoghesi. Coinceiçao allena infatti una squadra che è l’unica in questa Champions a non aver mai incassato reti fra le mura amiche. Un dato che si scontra con quello della Juventus, che invece in trasferta ha sempre trovato la via della rete. L’obiettivo è infatti di proseguire in questa striscia positiva che poi permetterebbe a Pirlo di preparare con più calma il match di ritorno allo Stadium.

Intanto arriva il momento caldo per Cristiano Ronaldo. Può essere lui la chiave di una partita che potrebbe creare difficoltà contro un Porto bravo a chiudersi. Nelle fasi ad eliminazione diretta però si accende la stella di Cr7, che in 67 partite ha messo a segno ben 62 gol.

Leggi anche: Mbappe, e i record di Van Basten e Raul: tripletta nella storia e Barca al tappeto

Porto-Juve, Pirlo cambia programma a causa del Covid: mancherà l’uomo dei record in questa Champions

cristiano ronaldo
Cristiano Ronaldo (GettyImages)

Porto-Juve può essere la partita di Cristiano Ronaldo, ma l’assenza che pesa maggiormente è quella di Cuadrado. Il colombiano, è leader nella classifica degli assist in questa Champions, ben 5 in questa stagione. Pirlo dovrà fare a meno dell’equilibratore di questa squadra, che vivrà un confronto acceso. La miglior difesa in casa sfida un attacco che va sempre a rete in trasferta. Una sfida nella sfida, in un programma di avvicinamento al match che è cambiato. I bianconeri non faranno infatti la rifinitura in una nazione che nell’ultimo mese ha il triste record di contagi in Europa.

Le scelte quindi sono praticamente fatte. Oltre a Cuadrado mancheranno Arthur, Dybala e Bonucci che è comunque partito con la squadra. Pirlo ha le pedine contate a centrocampo, mentre in difesa Danilo e Alex Sandro agiranno sulle corsie con De Ligt e Chiellini in mezzo. McKennie si riprende il posto da titolare mentre in avanti Chiesa partirà dal primo minuto con Morata e Cr7. Coinceiçao si affida ad Otavio, oggetto dei desideri di Roma e Milan. Marega e Taremi dovrebbero invece partire dal primo minuto in avanti.

PORTO (4-4-2):  Marchesin; Manafa, Mbemba, Pepe, Zaidu; Corona, Uribe, Sergio Oliveira, Otavio; Marega, Taremi. All. Conceiçao.
JUVENTUS (4-4-2): Szczesny; Danilo, De Ligt, Chiellini, Alex Sandro; Chiesa, Rabiot, Bentancur, McKennie; Morata, Cristiano Ronaldo. All. Pirlo.
Arbitro: Del Cerro Grande