Atalanta, Il Real Madrid è avvisato: Muriel e Zapata coppia da record

calciopolis
CalcioPolis.it

Muriel e Zapata mandano un messaggio chiaro al Real Madrid, prossimo avversario in Champions. I colombiani superano nuovi record e vogliono stupire in Champions.

Talento, forza fisica e imprevedibilità: l’Atalanta ha in Muriel e Zapata una coppia da record, pronta a dare l’assalto al Real Madrid. La prova di ieri contro il Napoli ha evidenziato quanto l’attacco di Gasperini sia in grado di pungere in qualsiasi modo. Quattro reti pesanti ai partenopei per lanciare la Dea in una settimana che scalda il cuore dei tifosi. La sfida agli spagnoli è un nuovo scintillante capitolo della gestione Percassi, che ha saputo scegliere gli uomini giusti sul mercato e ora si gode il ritmo incessante di una macchina perfetta. E’ questa la chiave di una società che ora punta ad avanzare in Champions, e la coppia colombiana fa paura anche alla squadra più blasonata del mondo.

Zapata e Muriel hanno raggiunto ieri due nuovi record ed entrano di diritto nella storia del club e della Serie A. L’ex Napoli, scaricato troppo in fretta dal club che lo portò in Italia dall’Estudiantes, è lo straniero più prolifico nella storia della Dea. Scavalcato il Papu Gomez, con il quale condivideva il primato, il bomber di Calì punta ora Cominelli, che con 65 centri è il secondo calciatore più prolifico con la maglia dell’Atalanta dietro all’irraggiungibile Cristiano Doni. Il suo compagno di reparto ieri ha messo in mostra tutto il suo repertorio. Muriel vede la porta come pochi altri in Europa, segna con regolarità impressionante e le sue reti non sono mai banali. La firma sul momentaneo 3-1 è un pezzo di bravura: stop, dribbling su Rrahmani che resta sul posto, doppio passo e missile sotto l’incrocio senza neanche guardare la porta.

Il Napoli resta solo a guardare e l’esultanza è di quelle indimenticabili. Il colombiano entra di diritto negli almanacchi della Serie A grazie al nono gol in altrettante partite da titolare. Non ci era mai riuscito nessuno nell’era dei tre punti. Numeri da record per l’Atalanta, che mercoledì ospiterà il Real Madrid, e lancia un messaggio chiaro in un match che non è così scontato.

Leggi anche: Pessina, il professore dell’Atalanta: le curiosità sul gioiello di Gasperini

Muriel e Zapata, coppia da record dell’Atalanta: un messaggio a Hierro e al Real

Zapata mostra i muscoli dopo un gol (Getty Images)

Muriel e Zapata si completano, hanno fatto dimenticare il Papu Gomez e grazie al lavoro di Pessina possono coesistere. Nel match con il Napoli, l’Atalanta ha mostrato equilibrio e solidità, e i due gol incassati sono nati da una disattenzione della difesa e da una svista, l’unica, di Gosens. La Dea non ha concesso grossi spazi a i partenopei, mostrando di poter reggere anche una coppia offensiva e un undici proiettato in attacco. E’ questa forse la nuova svolta tattica di Gasperini, che negli ultimi anni ha sempre chiesto giocatori in grado di fare da collante fra il centrocampo e le punte. Anche gli innesti di Malinovskyi e Miranchuk hanno alimentato la batteria di fantasisti a disposizione del tecnico, che invece sembra aver cambiato veste tattica.

I due calciatori stanno trovando poco spazio in questa stagione, e anche l’assenza di Ilicic ieri non si è affatto avvertita. Pessina è il cardine di una squadra che cerca equilibrio, e può sostenere i due gioielli colombiani in attacco. L’esperimento, perfettamente riuscito contro il Napoli, potrebbe essere riproposto contro il Real Madrid. I Blancos hanno incassato solo 19 reti nella Liga, e il compito non sarà semplice. Servono quindi pedine in grado di dare imprevedibilità alla manovra per scardinare una difesa compatta, e già stamattina il gruppo si è ritrovato a Zingonia per le prime prove.

Le parole di Hierro, bandiera degli spagnoli, potrebbero caricare l’ambiente. “L’Atalanta è una squadra meravigliosa, ma quando incontravamo Milan, Inter e Juventus, era tutta un’altra storia. Non sarà questa squadra ad intimorire il Real Madrid”. Chissà se dopo il poker al Napoli l’ex difensore non abbia cambiato idea.