Euro 2021, Mancini studia gli avversari: il girone B di Belgio e Danimarca

Continua il nostro viaggio alla scoperta di Euro 2021 e Mancini studia gli avversari. Il girone B sembra il più scontato, ma attenzione alle sorprese.

Euro 2021 è l’occasione che Roberto Mancini attende da un anno. Dopo il rinvio legato all’emergenza sanitaria, gli Azzurri si ritroveranno a fine campionato per cercare un successo che manca dal 1968. Dopo più di 50 anni vissuti senza alzare il trofeo, e due finali sfortunate, ad Euro 2021 Mancini può dare la caccia ad un successo che cancellerebbe le delusioni del 2000 e del 2012. C’è tanta concorrenza però per la vittoria in una manifestazione che potrebbe segnare la rinascita del calcio in Europa. Il girone dell’Italia nasconde pericoli da evitare, e anche negli altri raggruppamenti è caccia aperta alle fasi finali.

Il girone B vedrà affrontarsi Belgio, Russia, Danimarca e Finlandia. Esito scontato? Forse, ma tutto è possibile agli europei, specialmente in un’edizione che potrebbe essere fortemente condizionata dal fattore Covid e da una stagione imbottita di gare che lascerà qualche strascico. C’è chi sussurra che la squadra di Lukaku sia la candidata numero 1 alla vittoria finale, ma intanto il commissario tecnico Roberto Martínez si gode una classifica Fifa che vede il Belgio al primo posto.

Leggi anche: Road to Euro 2021: le avversarie di Mancini nel girone A

Euro 2021, il Belgio di Martínez: un mix di forza fisica e talento che Mancini conosce bene

Euro 2021 mertens
Dries Mertens cerca il recupero per lanciare il Belgio ad Euro 2021 (Getty Images)

E’ la nazionale che più si è messa in mostra in Europa negli ultimi anni. Talento, forza fisica, tanta qualità e un mix di caratteristiche che se ben plasmate potrebbero fare la differenza. Martínez sa bene di avere gli uomini per tentare il primo storico successo, ed Euro 2021 sembra l’occasione giusta. Il girone non è proibitivo, la rosa accende l’entusiasmo e l’unico problema sarà chi lasciare fuori. Thibaut Courtois guiderà dai pali un undici che è sparso nei migliori campionati d’Europa. Toccherà al numero 1 del Real Madrid il compito di guidare una difesa che forse è l’anello debole della catena, ma che ha esperienza da vendere. Alderweireld, Wertonghen e Vermaelen sono tre elementi che hanno accumulato partite di alto livello, ma le nuove leve bussano forte per trovare spazio fra i titolari.

Su tutti Denayer del Lione, sempre più cercato sul mercato dalle big. Sulle corsie esterne troverà certamente spazio Meunier a destra, mentre sull’altro lato del campo Martínez propende per calciatori di maggiore spinta nel suo camaleontico 3-4-2-1. A centrocampo c’è l’imbarazzo della scelta. Tielemans, Praet, Witsel e Dendonker dovrebbero essere i prescelti in un reparto a due che deve sostenere una batteria di trequartisti piena di talento. De Bruyne è l’uomo in più. Il calciatore in grado di accendere le punte e dare mano in fase di copertura. Mertens attende una chiamata ed è l’uomo che ha riportato il Belgio fra le migliori d’Europa. Poi ci sono Thorgan ed Eden Hazard. Il calciatore del Real Madrid è fuori condizione dopo una lunga serie di infortuni, ma ha messo Euro 2021 nel mirino.

La sorpresa potrebbe essere Jeremie Doku, diciottenne del Rennes che ha un futuro luminoso davanti, ma anche Dodi Lukebakio, che in Bundesliga ha da tempo messo in mostra qualità e fiuto per il gol. Il vero uomo in più sarà però Romelu Lukaku. E’ al momento il numero 9 più forte in Serie A, fra i migliori d’Europa, ed è a caccia di titoli. Lo scudetto è più vicino, ed Euro 2021 potrebbe consacrarlo nella storia fra i migliori attaccanti dell’era moderna. Le sue caratteristiche consentiranno a Martínez di trovare con facilità la via della porta, e di aprire spazi per una batteria di trequartisti che sa fare gol. Le alternative? Michy Batshuayi e Christian Benteke. Niente male per una squadra completa che punta al successo.

Leggi anche: Euro 2021, ostacolo Turchia per gli Azzurri: i top player e gli “italiani”

Euro 2021, girone B: la Danimarca può stupire

Euro 2021 eriksen danimarc
Christian Eriksen, ad Euro 2021 la Danimarca avrà il suo gioiello (Getty Images)

Euro 2021 non è un obiettivo dichiarato per la Danimarca, che ha inoltre perso una delle ultime gare proprio contro il Belgio, avversaria nel girone B. La corsa al secondo gruppo però è impossibile per una squadra ricca di talenti che Mancini può spesso vedere dal vivo. Da Damsgaard a Kjaer e Maehle, che trovano spazio e ottime prestazioni in Serie A. Poi c’è Eriksen, vero idolo in patria. La sua esperienza all’Inter sta decollando, e questa è la migliore notizia per Kasper Hjulmand, che non ha mai nascosto la sua preoccupazione per la situazione del trequartista ex Tottenham. L’allenatore dei danesi si presenterà ad Euro 2021 probabilmente con un 4-3-3, guidato in porta da Schmeichel e in difesa da Maehle a sinista, Christensen e Kjaer in mezzo e Wass, altra vecchia conoscenza del calcio italiano a destra.

In mezzo al campo oltre ad Eriksen ci sarà quasi certamente Pierre-Emile Hojbjerg, attualmente agli Spurs, e per il terzo slot è duello fra Damsgaard, utilizzabile anche sulla fascia, e Delaney che attualmente è ai box. Anche in attacco non mancano le pedine giuste per far bene. Da Braitwhite del Barcellona, a Poulsen e ancora a Pione Sisto, oltre ad una serie di giovani che giocano in patria e stanno meritando una chiamata. Superare il Belgio non sarà semplice, e il 4-2 incassato nel novembre del 2020 è già una chiara indicazione. La Russia e la Finlandia però possono essere superate, ma di loro parleremo più approfonditamente.